Primo fine settimana per il Festival di Fotografia Etica

primo-fine-settimana-per-il-festival-di-fotografia-etica
0 308

Oggi si inaugura, per l’ottavo anno consecutivo, il Festival di Fotografia Etica a Lodi. Consueta formula di apertura delle mostre nei quattro fine settimana di ottobre nei diversi spazi espositivi allestiti. Tra questi Palazzo Barni, le ex Chiese di San Cristoforo e Dell’Angelo e Palazzo Modigliani. I numeri sono sempre più interessanti: 34 le esposizioni, più di 50 gli ospiti, 4 i percorsi tematici.

Un uomo cammina lungo un sentiero nei pressi del villaggio di Zawara sul fiume Oubangui. Il villaggio è isolato a causa della mancanza di strade e non dispone di un’adeguata assistenza sanitaria. © William Daniels / Panos Pictures

Il tradizionale World report award si arricchisce, quest’anno, anche di una nuova sezione; tra le 772 candidature da fotografi di 51 nazionalità differenti il 16 maggio scorso sono stati selezionati i vincitori delle cinque categorie: Master award, Spot light award, Short story award, European photographers award, Single shot award – Solidarietà fertile. Tantissimi gli appuntamenti tra sabato 7 e domenica 8 ottobre, da mattina a sera, a partire dalle visite guidate a tutte le mostre del Premio Voglino – in ricordo di Alessandro, fondatore di HF Distribuzione – in compagnia degli autori.

Una donna cucina in un complesso di edifici dell’ospedale di Bambari. © William Daniels / Panos Pictures

A rotazione le visite alle altre mostre: The devastating cost of humanitarian crisis in South Sudan: famine and cholera outbreak con l’autore Fabio BucciarelliOur war – Our pain. Venezuela on the edge con Oscar B. Castillo, Donbass stories – Spartaco and Liza con Giorgio Bianchi, vincitore del premio Spot light 2017, e Michael Weir del Belfast Photo Festival. A seguire la presentazione di Storytelling a chi? di Sara Munari. In chiusura di serata, alle 20, il concerto dei Burduš al Caffè delle Arti- Circolo Archinti.

Lascia un commento