Poesie dal fronte con Priviero, Berra e Trombetta

poesie-dal-fronte-con-priviero-berra-e-trombetta
0 922

Non solo Ungaretti, Rebora, Sbarbaro e gli altri grandi poeti italiani che, al fronte, hanno scritto alcune tra le loro liriche più intense e immortali. Anche tanta gente comune, che nella vita ha fatto tutti i mestieri fuorché il letterato, ha sentito l’esigenza di comporre poesie durante la guerra. Il volume Poesie dal fronte, edito da Nodo Libri, raccoglie e organizza proprio questo materiale eterogeneo, scritto da soldati che hanno combattuto in prima linea in tutte le guerre del Novecento, dal Carso fino al Kosovo e salvato dall’oblio del tempo – e di molti polverosi cassetti – prima che scomparisse, purtroppo, assieme ai propri autori. Il progetto intende dimostrare quanto possa essere elevato il valore della scrittura popolare ed è stato reso possibile grazie al rigoroso e appassionante lavoro di selezione svolto da Pietro Berra, in collaborazione con l’Associazione nazionale alpini, la Camera del Lavoro di Como e il sindacato Spi-Cgil.
Martedì 19 aprile alle 14, 30 i poeti comaschi Pietro Berra e Vito Trombetta, affiancati da Amleto Luraghi, presenteranno la raccolta nella storica Aula Benzi del liceo Volta. L’evento, dedicato agli studenti, ma aperto a tutti e a ingresso libero, vedrà la partecipazione straordinaria di un cantautore che ha spesso scritto di guerra e interpretato canti popolari di alpini: Massimo Priviero, jesolano, il cui nonno combatté sul Piave, e per il quale ha scritto l’intensa La strada del Davai.

Giunto al termine di un lungo tour, che si concluderà sabato 21 maggio a Gallarate, al Teatro Gassman, Priviero non è voluto mancare anche a questo appuntamento, dopo l’incontro tenutosi proprio al Volta lo scorso anno. L’ incontro di martedì prepara gli studenti voltiani a un’altra giornata importante, il 30 aprile: la Giornata della poesia, alla quale parteciperà un nutrito gruppo di ragazzi.

Lascia un commento