Poesia in cammino: cinque passeggiate creative

0 660

Ripartono le Passeggiate Creative e la poesia sarà il filo conduttore delle cinque già programmate dall’associazione Sentiero dei Sogni. Cambieranno temi, paesaggi, luoghi e storie attraversati, da Volta alla seta, dall’acqua alla luna, ma resterà la parola poetica a creare connessioni ed evocare orizzonti senza fine.

Domenica 3 settembre è in programma Poemas en el parque, un reading itinerante bilingue nel parco di Villa del Grumello. Alberi e scorci caratteristici del parco forniscono l’ispirazione per la scelta delle poesie lette in lingua originale (ma con attenzione a fare arrivare il contenuto anche a chi non ha confidenza con lo spagnolo) da Mirna Ortiz (nella foto in alto) lungo il percorso, tratte da autori di diverse provenienze e stili: dal canzoniere d’amore di Pedro Salinas, spagnolo della Generazione del ’27, fino all’antipoesia di Nicanor Parra, grande poeta cileno ultracentenario; dall’argentina (di origine ticinese) Alfonsina Storni all’uruguaiano Mario Benedetti. Il ritrovo è alle 17 al busto di Ugo Foscolo vicino all’ingresso principale della villa, la conclusione sarà sotto il maestoso albero di canfora davanti alle Serre del Grumello, con una lettura collettiva finale cui ciascuno è invitato a contribuire portando e leggendo una poesia. L’iniziativa apre il ciclo “Incontri e racconti”, promossa dall’Associazione Villa del Grumello. Partecipazione libera e gratuita.

Un tratto del fiume Cosia che verrà risalito durante la passeggiata del 24 settembre

Il Valduce in via Valgioera

Martedì 5 settembre alle 21 nel Parco del Lura (ritrovo al municipio di Lomazzo, in piazza IV Novembre 4) si terrà la passeggiata poetica notturna Alla luna, condotta da Pietro Berra, ideatore delle Passeggiate Creative. Si tratta del recupero della passeggiata in programma lo scorso 10 luglio, quando causa pioggia battente si trasformò in un recital, pur partecipatissimo, ma stanziale, nel palazzo del Comune, con l’introduzione di alcune varianti, legate alla ricorrenza del suddetto trattato. Gli anniversari da cui è nata l’idea di questo percorso sono il 180° della morte di Giacomo Leopardi e il bicenteario della poesia Alla luna scritta da Ippolito Pindemonte, cui ora si aggiunge il Trattato sullo spazio extra-atmosferico, entrato in vigore il 10 ottobre di 50 anni fa, il cui primo articolo è quasi poesia: «L’esplorazione e l’utilizzazione dello spazio extra-atmosferico, compresi la luna e gli altri corpi celesti, devono essere condotte per il bene e nell’interesse di tutti i Paesi, senza riguardo alcuno al livello del loro sviluppo economico o scientifico. Esse sono una prerogativa dell’intero genere umano». Gli attori Simone Giarratana, Francesca Galli e Chiara Angaroni daranno voce a duemila anni di poesie lunari, da Saffo alla Merini, in un percorso in 4 tappe che Berra contrappunterà con delle poesie proprie e tre musicisti (Anacleto Giandomenico – clarinetto; Eleonora Volonterio – flauto; Darina Vasileva – violino) accompagneranno con brani in tema. Special guest Claudio Villa, copertinista prima di Dylan Dog e ora di Tex, che ha disegnato lune di culto. Anche in questo caso la partecipazione è libera e gratuita.

L’eremo di San Donato e i boschi che verranno attrasversati per raggiungerlo l’8 ottobre

Il faro voltiano

Sarà invece necessario iscriversi alle tre passeggiate successive, che saranno comunque gratuite. E si consiglia di farlo in tempi rapidi, perché appena sono state messe online i posti sono andati letteralmente a ruba. Il 17 settembre Volta e la curiosità dell’eterno fanciullo, ultima passeggiata del ciclo Sulle orme di Volta prosomosso da Fondazione Alessandro Volta. Dalla casa dove il futuro scienziato fu a balia nel centro storico di Brunate si raggiunge il Faro voltiano, che fu inaugurato in suo onore proprio nel mese di settembre di 90 anni fa. Conduce Pietro Berra, accompagnato alla fisarmonica da Andrea Pizzamiglio, possibilità di pranzo al sacco nel parco Marenghi o a tariffe convenzionate nei ristoranti della frazione San Maurizio. Dopo pranzo, al Parco Marenghi terminerà la giornata all’insegna dello scambio culturale tra creativi d’Europa, pratica virtuosa di cui Volta fu fulgido esempio, come testimoniamo le sue lettere ai colleghi stranieri e i suoi pionieristici viaggi di studio. Xoàn Curiel, musicista e cantautore di Santiago de Compostela, si esibirà in un concerto accompagnato da Pizzamiglio. Sarà un assaggio del nascente gemellaggio culturale tra il Lario e la Galizia, all’insegna dell’arte e del cammino, perché «Camminando si impara», come recita il motto delle Passeggiate Creative portate avanti dall’associazione Sentiero dei Sogni (tra i promotori del gemellaggio assieme al Premio Alda Merini di Brunate) e come ha confermato il ciclo di percorsi voltiani. Info e iscrizioni cliccando qui.

Il faro voltiano visto dalla strada che porta alla fonte del Pertugio

La Pessina (ora Dadone) sulla sinistra del Cosia e le case degli operai sulla destra

Il 24 settembre il progetto Passeggiate Creative comincerà ad esplorare Le vie della seta, che a Como sono letteralmente infinite e fanno della città un museo a cielo aperto unico nel suo genere. Un torrente alla moda si intitola il percorso e il Museo della seta sarà punto di partenza e di arrivo di un percorso ad anello lungo le due sponde del Cosia, con tappa ad Arte&Arte, sede dell’associazione che promuove Miniartextil, e al Dadone (ex Tintoria Pessina). Anche in questo caso guida Pietro Berra, Andrea Pizzamiglio accompagna alla fisarmonica, alla fine performance finale con recital durante il quale il pittore Gaetano Orazio dipingerà chi lo vorrà tra il pubblico, come se fosse un tessuto. L’iniziativa rientra nel Bando valorizzazione patrimonio culturale della Fondazione Cariplo – Per non perdere il filo, finalizzato a portare nuovi target al Museo della seta. Capofila coop soc Questa generazione Como. Partner comaschi Fondazione Alessandro Volta e Museo. La capienza massima per questsa passeggiata è di 100 posti: affrettatevi a prenotare i rimanenti a questo link.

L’8 ottobre è in programma Una vena d’acqua nel cuor di Como. Risalendo il Valduce. Ritrovo alle 14.30 allo Spazio Parini, in via Parini 6 a Como. Per la Giornata mondiale del CuoreComocuore organizza, in collaborazione con Sentiero dei Sogni, un percorso dal centro di Como all’eremo di San Donato seguendo il corso del torrente Valduce. Tappe: Spazio Parini, terme di Como romana, via Valgioera, ponte medievale in via Bernasconi, eremo di San Donato, azienda agricola San Donato. Conduce Pietro Berra. Interventi poetici di Diego Conticello, Vito Trombetta, Laura Garavaglia e Mirna Ortiz. Anche in questo caso iscrizioni già aperte a questo link.

Lascia un commento