Parolario dà i numeri!

0 1022

Quest’anno a Parolario… «Diamo i numeri!».
Non si tratta di un invito a perdere la testa – o almeno non del tutto – ma a farla funzionare meglio, provando la vertigine, solo lievemente folle, di pensare e sentire liberamente. In programma un centinaio di appuntamenti – incontri con scrittori, scienziati, filosofi, poeti, giornalisti, ma anche film, concerti ed eventi per bambini – per capire che, dopotutto, non si sta poi così bene se almeno ogni tanto non si danno un po’ i numeri.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DI PAROLARIO 2017

La diciassettesima edizione di Parolario, festival letterario dedicato ai libri e alla cultura che tornerà dal 15 al 24 giugno a Como, Cernobbio e Brunate, darà infatti spazio alla sregolatezza, alla libera immaginazione e alla leggera follia – un modo caratteristico di dare i numeri –, ma anche alla lucidità e all’esattezza, e qui tornano comunque i numeri, col loro richiamo al rigore e all’ordine. La sede principale del festival sarà Villa Olmo a Como, con il suo splendido parco affacciato sul lago, ma verranno organizzati incontri anche nelle suggestive Villa del Grumello e Villa Sucota, sempre a Como, e poi a Villa Bernasconi di Cernobbio, splendido gioiello liberty, e nella biblioteca di Brunate a picco sul lago.

Oscar Farinetti

La serata inaugurale, giovedì 15 giugno, vedrà un ospite speciale, Jeffery Deaver, scrittore statunitense i cui thriller sono bestseller in tutto il mondo, ma molti sono gli altri nomi di rilievo da segnalare: dall’imprenditore Oscar Farinetti al giornalista Emiliano Fittipaldi con la sua nuova inchiesta sulla Chiesa e gli scandali sessuali, dallo storico dell’arte Flavio Caroli a Milly Carlucci, Sveva Casati Modignani, Marcello Simoni, Lucetta Scaraffia, Gianni Clerici, Andrea Vitali, Massimo Fini, Maurizio Nichetti, Guido Maria Brera ed Edoardo Nesi, Achille Mauri, Alberto Pellai, Silvia Vegetti Finzi, Stefano Benni e il filosofo antispecista Leonardo Caffo.

Stefano Benni

Molte le aree tematiche che faranno da filo conduttore per i moltissimi altri incontri in programma.


Matematica e scienza

Marco Malvaldi

Lo scrittore Marco Malvaldi, conosciuto soprattutto come giallista, questa volta parlerà della matematica e della sua rivoluzionarietà. Il fisico Guido Tonelli condurrà un viaggio irripetibile, al cospetto di fenomeni straordinari nelle galassie. Lo storico della scienza Marco Ciardi esplorerà la teoria degli antichi astronauti, secondo la quale alcune antiche civiltà umane sono entrate in contatto con civiltà extraterrestri. Sempre di scienza si occuperà il giornalista del Corriere della Sera Giovanni Caprara, raccontando il passato e i progetti attuali e futuri per raggiungere Marte. Il medico Giorgio Cosmacini parlerà di Materia e infinito visti da un medico filosofo. Un altro medico, Giuseppe Remuzzi, farà penetrare il pubblico nei misteri di geni, cervello, batteri e nuovi farmaci, mentre tecnologia e fisica (vista, però, da una diversa angolatura) saranno i temi al centro degli interventi di Paolo Bellini e Michela Prest, organizzati in collaborazione con Teatro Sociale di Como Aslico, nell’ambito di Focus Ettore Majorana. Cronache di infinite scomparse. I numeri saranno al centro anche di altri incontri meno direttamente scientifici: quello con l’indologo Giuliano Boccali che parlerà delle follie numeriche nella mitologia indiana, quello con il giornalista del Sole 24 Ore, Marco Bellinazzo, che esplorerà i numeri del calcio globale, tra finanza e potere, e quello con Chiara Burberi e Luisa Pronzato, che racconteranno le storie delle Ragazze con il pallino della matematica.


Tra scienza e filosofia

Piergiorgio Odifreddi

Il mondo pensato è il ciclo di incontri tra scienza e filosofia realizzato in collaborazione con la Fondazione Alessandro Volta di Como, che intende esplorare alcuni degli intrecci contemporanei tra scienza e filosofia, riflettendo su questioni cruciali come la natura del cosmo, quella del libero arbitrio, e il rapporto tra razionalità scientifica, creazione artistica ed esperienza religiosa. Protagonisti degli incontri saranno Paolo Zellini con La matematica degli dei, gli algoritmi degli uomini (introdotto da Giulio Casati, coordinatore scientifico della Fondazione Alessandro Volta), Nicola Canessa su Il cervello sociale. Tra norma e patologia, Andrea Tiengo con Onde gravitazionali: una nuova finestra sul cosmo e Piergiorgio Odifreddi su Il matematico, l’artista, lo scienziato (introdotto da Michela Prest, professore associato di fisica presso l’Università degli Studi dell’Insubria e coordinatore della Scuola di Como – Fondazione Alessandro Volta). Tutti gli incontri saranno condotti da Alfredo Tomasetta.


Poesia

guido-catalano-in-reading-allalcatraz

Guido Catalano

Il primo appuntamento poetico di Parolario 2017 sarà con Guido Catalano a Brunate: Mi piacerebbe bere con te una birra guardando il tramonto a Brunate è il significativo titolo dell’incontro, che sarà preceduto da un’apericena con l’autore a cura della Pro Brunate. Poi, due passeggiate: una creativa, in collaborazione con Fondazione Alessandro Volta, che attraverserà i luoghi di Como che contribuirono ad avvicinare due grandi personaggi come Alessandro Volta (pochi sanno che scrisse versi fin da ragazzo) e Ugo Foscolo; e una poetica, Cedi la strada agli alberi, nel parco di Villa del Grumello con Franco Arminio, poeta e “paesologo”, che leggerà le sue poesie. Un altro grande poeta, Giampieri Neri, presenterà il suo nuovo libro Via Provinciale, uscito nell’anno del suo novantesimo compleanno. A questi incontri, curati da Pietro Berra, si aggiunge anche quello con la poetessa comasca, ma che da anni vive a Berlino, Nicoletta Grillo.


Green

Stefano Mancuso

Un ambito che Parolario già da qualche anno esplora è quello legato al verde, ai giardini e al paesaggio: non mancheranno anche in questa edizione gli appuntamenti green, a cominciare dall’incontro con Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, che spiegherà come, per migliorare la nostra vita, non possiamo fare a meno di ispirarci alle piante, che sono organismi sociali sofisticati ed evoluti in grado di offrire la soluzione a molti problemi tecnologici. Oltre a lui, ci saranno l’architetto paesaggista Filippo Pizzoni, Michael Jakob per un viaggio sorprendente attraverso i giardini e le epoche, dalla Toscana rinascimentale alla Francia del Settecento, dalla Russia degli anni Venti ai paesaggi industriali della contemporaneità, Elena Macellari, con le storie delle donne botaniche italiane del Novecento, poco conosciute al grande pubblico, e la giornalista Mimma Pallavicini con le storie verdi del maestro giardiniere. In programma anche due incontri dedicati alle bellezze verdi del paesaggio, con Flavio Guberti e Gabriela Jacomella e il loro libro Lago di Como, e con Lucia Impelluso e Dario Fusaro con un libro fotografico sulle Isole Borromee.


Food

Davide Paolini, il Gastronauta

Tra gli appuntamenti sul tema del cibo non poteva certo mancare quello con Davide Paolini, il Gastronauta, che presenterà il suo impietoso e divertente libro Il crepuscolo degli chef (Longanesi), ma nemmeno degli approfondimenti su uno stile di vita che sta prendendo sempre più piede, quello vegetariano/vegano, che sarà affrontato in due modi: dal punto di vista pratico con lo chef Cristiano Bonolo che racconterà ricette e segreti della cucina vegetariana/vegana, e dal punto di vista storico-sociale, con Alberto Capatti che racconterà la storia delle avanguardie vegetariane in Italia, dal regime fascista in poi. Infine, la giornalista Manuela Porta insegnerà l’arte del riciclo in cucina con idee per realizzare ricette ricche con ingredienti poveri.


Parolario in… giallo

Jeffery Deaver

Oltre all’incontro con Jeffery Deaver e quello con Marcello Simoni, saranno molti gli appuntamenti a tinte gialle, a partire dalla coppia Monaldi&Sorti, che con i suoi thriller storici ha scalato le classifiche internazionali. Poi Rosa Teruzzi con la seconda avventura delle tre investigatrici milanesi Libera, Vittoria e Iole, Giovanni Ferrari che presenterà il secondo volume dei gialli di Comocuore, Antonella Crippa e Ilaria Marzia Orsini con un libro che analizza l’opera della scrittrice di thriller P.D. James.


Altri incontri

Arianna Porcelli Safonov

Da segnalare anche altri incontri con tematiche varie e diversificate, come quello con Serena Bertolucci e Mauro Felicori (direttore della Reggia di Caserta) che porterà a una riflessione su Come possono i beni culturali contribuire allo sviluppo economico del territorio. quello con Alberto Ferlenga Città e memoria: come strumenti del progetto, organizzato in collaborazione con Made in Maarc e Ordine degli Architetti PCC di Como. Quello con Daniele Chieffi, Alessandro Vanoni e Michele Vianello , esperti di social media, su Brand journalism: saranno le aziende a fare informazione? Quello con Stefano G. Bertani e il suo saggio Il letterato Darwin. La scrittura dell’evoluzione. Quello sui temi di scuola dal 1900 al 2000, tratti da un archivio di oltre mille quaderni del passato. E poi anche Anna Savini, che racconterà tutte le buone ragioni per restare in vita anche dopo la diagnosi di un tumore, Nicoletta Sipos, Chiara Moscardelli, Antonio Monti, l’ex magistrato Vittorio Nessi, il giornalista Leo Turrini con il suo libro su Enzo Ferrari, la poliedrica Meri Lao con il suo Dizionario maniacale del sette, Stefano Misesti, che insegna il cinese tramite i suoi fumetti, e l’attrice comica Arianna Porcelli Safonov con un imperdibile e divertente reading show per raccontare i personaggi dei suoi libri attraverso la chiave di lettura che li unisce tutti: la follia.


Musica

Vincenzo Zitello

Molto interessanti anche gli appuntamenti che Parolario dedica alla musica, sempre legata a libri e letteratura. Il giornalista ed esperto di musica rock Ezio Guaitamacchi presenterà – e sarà in anteprima nazionale – con uno spettacolo di parole e musica il libro di Joel Selvin, da lui tradotto, The Rolling Stones – Altamont, che narra di uno dei momenti più difficili della carriera dei Rolling Stones. A Luigi Tenco, a 50 anni dalla morte, sarà dedicato l’incontro con Aldo Colonna, che presenterà il libro da lui scritto sulla vita del cantautore, seguito da un omaggio musicale con Sulutumana Trio, Marco Belcastro, Vittorio Liberti e Alessio Brunialti. Non poteva mancare anche un incontro dedicato a Bob Dylan, insignito del Premio Nobel per la Letteratura, con Alessandro Carrera, il traduttore e curatore dei tre volumi editi da Feltrinelli con i testi delle sue canzoni. All’opera-capolavoro In C di Terry Riley sarà invece dedicato l’incontro con Federico Capitoni, che lo ha analizzato e raccontato nel dettaglio. Infine, due concerti: quello con l’arpista Vincenzo Zitello, che presenterà il suo ultimo cd Métamorphose XII, e quello con il Potsdam Trio dal titolo intimamente legato a questa edizione di Parolario, Il numero della proporzione, che chiuderà il festival.


Cinema

Maurizio Nichetti

I film programmati quest’anno da Parolario saranno legati sia al tema dei numeri (Giochi nell’acqua di Peter Greenaway, Due dollari al chilo e Meno 35 di Paolo Lipari) che della follia (Spider di David Cronenberg, Il gabinetto del dottor Caligari di Robert Wiene, Ratataplan di Maurizio Nichetti – proiettato al termine dell’incontro con il regista – Qualcuno volò sul nido del cuculo di Milos Forman – omaggio all’ottantesimo compleanno di Jack Nicholson – Enrico IV di Marco Bellocchio, Harvey di Henry Koster). Al termine della serata con Ezio Guaitamacchi verrà inoltre proiettato Gimme shelter il documentario di Albert Maysles, David Maysles e Charlotte Zwerin sul festival di Altamont del 1969 con i Rolling Stones raccontato nel libro presentato.


Laboratori

Arm knitting: Monique Hemsi con Maria Pia Marini

Non solo incontri e spettacoli: Parolario ha in programma anche alcuni laboratori, per sperimentare o mettersi alla prova con nuove attività. Monique Hemsi, autrice del libro Arm knitting, terrà due laboratori su questa tecnica innovativa nata negli Stati Uniti che permette di realizzare capi in maglia usando esclusivamente le braccia senza uso di ferri, uncinetti o altri strumenti. Durante i laboratori i partecipanti conosceranno le tipologie e le caratteristiche dei filati più adatti per la lavorazione, impareranno la tecnica di base e, attraverso la metodologia “learning by doing” (imparare facendo), realizzeranno una borsa a rete in fettuccia. Di scrittura creativa tratterà invece Andrea Di Gregorio, con un incontro – lezione per presentare la decima stagione dei corsi da lui tenuti, organizzati da Parolario in collaborazione con l’Associazione Comocuore, che prenderanno avvio da settembre 2017 con cadenza quindicinale. Infine, un appuntamento con lo yoga, arricchito da letture a tema, insieme a Paola Fontana e Laura Verga di Studio Arvindaa Yoga di Como: La forza preziosa del respiro: immergiti nella bellezza del momento presente.


Bambini

L’asinello di Parolario 2017 in versione origami

Ai bambini, tra i massimi esperti nel dare i numeri, saranno dedicati alcuni appuntamenti pensati esclusivamente per loro: i laboratori di Filosofia coi bambini, riproposti dopo il successo della scorsa edizione, condotti da Ester Galli. Un appuntamento con Bambini maestri di filosofia, curato da Manuela Moretti. I laboratori di Origami, l’arte tradizionale giapponese di piegare un foglio di carta in una forma tridimensionale, proposti dall’Associazione Miciscirube e la mostra interattiva organizzata da Bellavite Editore ispirata a E tu chi sei? L’Okapi, libro illustrato per bambini che parla di integrazione e amicizia. E a questa storia di animali che parla degli uomini sarà ispirata anche una lettura animata per bambini e famiglie.

La fattoria delle coccole

Charity partner di Parolario quest’anno è La Fattoria delle Coccole di Appiano Gentile (CO), un nuovo modello di fattoria dove animali, come asinelli, pecore, mucche, maiali, capre, salvati da situazioni di maltrattamento o destinati alla macellazione, vivono per sempre cresciuti e coccolati come animali domestici.

L’attività social prima e durante l’evento sarà gestita da Bewe / Social Reporters.

Tutti gli incontri di Parolario sono a ingresso libero (salvo dove diversamente indicato).

CARD AMICI DI PAROLARIO

Anche durante Parolario sarà possibile sottoscrivere la Card Amici di Parolario 2017: un modo per contribuire a tenere in vita non solo il festival ma anche il ciclo di incontri Aspettando Parolario che si svolge durante tutto l’anno. La Card offre ai suoi possessori la possibilità di usufruire di molte convenzioni, che vengono costantemente aggiornate sul sito www.parolario.it.

Parolario è realizzato con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, e con il contributo e la collaborazione di Regione Lombardia, Comune di Como, Camera di Commercio di Como, Unindustria Como, Fondazione Cariplo, Fondazione Alessandro Volta e di sponsor privati.

Tel. +39.031.301037
info@parolario.itwww.parolario.it. Facebook: facebook.com/Parolario.

Lascia un commento