Parolario 20 giugno, giorno 6

parolario-20-giugno-giorno-6
0 669

La sesta giornata di Parolario, martedì 20 giugno, renderà omaggio a un grande della musica internazionale: Bob Dylan – insignito del Premio Nobel per la Letteratura – di cui Alessandro Carrera, traduttore e curatore dei tre volumi editi da Feltrinelli con i testi delle sue canzoni, ripercorrerà la carriera. Un altro grande artista, il poeta Giampiero Neri, presenterà il suo nuovo libro Via Provinciale, uscito nell’anno del suo novantesimo compleanno mentre per festeggiare un altro compleanno, l’ottantesimo di Jack Nicholson, verrà proiettato il film Qualcuno volò sul nido del cuculo. E ancora, la giornalista Manuela Porta insegnerà l’arte del riciclo in cucina con idee per realizzare ricette ricche con ingredienti poveri, Lucia Impelluso e Dario Fusaro presenteranno un libro fotografico sulle Isole Borromee, Alberto Capatti racconterà la storia delle avanguardie vegetariane in Italia, dal regime fascista in poi, Stefano Misesti “insegnerà” il cinese tramite i suoi fumetti, e Stefano G. Bertani parlerà de Il letterato Darwin. La scrittura dell’evoluzione.

Programma di oggi

Villa Olmo

Manuela Porta

– ore 17 Manuela Porta insegnerà l’arte del risparmio con 3R in cucina: Risparmia, Recupera & Ricicla (Cairo Editore, 2014), un libro pieno di idee per realizzare una cucina ricca con ingredienti poveri. Manuela Porta con Emanuela Cavalca Altan ha raccolto in questo libro 400 ricette gustose e originali con un denominatore comune: la semplicità dei prodotti e la facilità con cui si preparano; ingredienti economici e cotture brevi, per risparmiare energia, ma capaci di soddisfare anche i palati più esigenti. Ricette preziose, italiane e non, a volte trovate in vecchi quaderni ormai sgualciti, tramandati di generazione in generazione, altre appartenenti alla tradizione regionale e altre frutto di rielaborazioni personali. Senza dimenticare l’angolo dedicato ai gusti dei bambini. Ricette che rispondono a una nuova etica, puntano sulla qualità delle materie prime, sulla cura nella preparazione e, soprattutto, sul rispetto dell’ambiente. E invitano a un modo nuovo di stare ai fornelli. L’autrice dialoga con Anna Campaniello.


Lucia Impelluso

– ore 18.15 Lucia Impelluso e Dario Fusaro parleranno de I giardini delle Isole Borromee (Mondadori Electa, 2017), volume che porta alla scoperta dell’Isola Bella e dell’Isola Madre: una vera e propria meraviglia botanica – così definita dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone nella prefazione – che ancora oggi, dopo più di quattro secoli, la famiglia Borromeo custodisce con la massima cura e con profonda dedizione. L’occhio attento del fotografo Dario Fusaro scruta ogni angolo di questi luoghi incantevoli, dove l’ingegno dell’uomo si coniuga con una natura lussureggiante e un gusto per la sperimentazione, in uno scenario naturale unico al mondo. Lucia Impelluso e Dario Fusaro dialogano con Elisabetta Pozzetti.


Stefano G. Bertani

– ore 19.30 Stefano G. Bertani parlerà de Il letterato Darwin. La scrittura dell’evoluzione. Con la scrittura dei capolavori scientifici, l’umanista Darwin non aveva elaborato solo un formidabile metodo argomentativo, ma permetteva ai lettori di ogni tempo di fare esperienza concreta delle leggi che governano la natura. Attraverso la composizione retorica dei testi era divenuto possibile – a lui per primo – vedere le forme del mondo immerse nel movimento invisibile del tempo e delle trasformazioni; l’azione sterminatrice e modellatrice della selezione; le relazioni e le emozioni impalpabili che legano inestricabilmente tra loro le creature, noi compresi. Il saggio di Bertani Il letterato Darwin. La scrittura dell’evoluzione (Editori riuniti, 2015) è, perciò, un invito a rinnovare la lettura delle due maggiori opere di Darwin secondo una nuova prospettiva letteraria, con l’ausilio delle prime, splendide traduzioni dei naturalisti italiani dell’Ottocento. L’autore dialoga con Alfredo Tomasetta. In collaborazione con Premio Antonio Fogazzaro.


Alessandro Carrera

– ore 20.30 Il musicologo Alessandro Carrera ripercorrerà la carriera di un grande artista Bob Dylan. Dalle canzoni al Nobel. Vincitore del Premio Nobel per la Letteratura 2016 per aver «creato una nuova poetica espressiva all’interno della grande tradizione canora americana», nel corso della sua lunga carriera, lo stile musicale di Bob Dylan ha spaziato dal country al blues, dal gospel al rock and roll, dal jazz alla musica popolare inglese, scozzese e irlandese. È sempre stata forte l’influenza della letteratura e della storia americana sui testi delle sue canzoni. Su di lui Carrera ha dichiarato: «Se Dylan torreggia sopra tutti non è perché sia un poeta che scrive anche canzoni o un autore di canzoni che scrive anche poesie, ma perché l’intensità con la quale ha fatto cozzare linguaggi diversissimi tra loro è unica e irripetibile». Carrera dialoga con Pietro Berra e Alessio Brunialti.


– ore 22 Qualcuno volò sul nido del cuculo di Milos Forman, con Jack Nicholson, Louise Fletcher, William Redfield, Will Sampson e Brad Dourif

In un ospedale psichiatrico tutto ordine e pulizia, arriva un giorno il giovane Randle P. McMurphy, che, condannato per reati di violenza, spera, spacciandosi per matto, di sottrarsi al carcere: ai medici il compito di scoprire se sia o meno un simulatore. La sua comparsa, intanto, porta lo scompiglio in quel chiuso ambiente di repressione mascherata, di intransigente disciplina imposta e mantenuta da una ferrea capo-infermiera, la signorina Ratched.


Villa Bernasconi, Cernobbio

Giampiero Neri

– ore 18.30 Il grande poeta Giampiero Neri con un nuovo, atteso capitolo del suo lavoro Via Provinciale (Garzanti, 2017), uscito nell’anno del suo novantesimo compleanno. Il libro riprende con sorprendente energia i temi, i luoghi e le figure dei libri precedenti: un’opera intensa, perfetta, che testimonia senza dubbio la felicità creativa del suo autore. Neri dialoga con Pietro Berra e Alessandro Rivali.


Villa del Grumello

Alberto Capatti

– ore 19 Alberto Capatti presenterà Vegetit. Le avanguardie vegetariane in Italia (Cinquesensi, 2016), libro nato da un’originale ricerca – svolta negli archivi della Biblioteca Braidense – che permette di ripercorrere la storia d’Italia del Novecento, con un diverso punto di osservazione. L’avventura dei vegetariani in Italia prende inizio a Firenze, si sviluppa a Milano e nella vicina Svizzera, e rapidamente sconfina in tutto lo Stivale trovando adesione da parte del Regime Fascista. Una parte del movimento vegetariano operava infatti nell’ambito della cultura fascista, creando un modello di vita centrato non solo su frutta e verdura ma sulla vita all’aria aperta, sull’esercizio fisico e sul corpo, ammirato ed esaltato nelle sue espressioni ginniche. Una storia che in seguito cambierà referenti e simpatizzanti. Capatti dialoga con Giacomo Mojoli.


Stefano Misesti

– ore 20.30 Stefano Misesti presenterà Il cinese a fumetti (NPE, 2017), volume in cui sfrutta abilmente il fumetto, la sua immediatezza e la sua simpatia per rendere il primo approccio a questa meravigliosa cultura facile e divertente. La lingua cinese, con i suoi logogrammi o morfemi, è un mondo a parte, che scoraggia tutti coloro che vorrebbero avvicinarvisi. Al giorno d’oggi in Italia la comunità cinese è in rapida crescita e ha ormai superato il mezzo milione di persone. Ecco perché diventa sempre più importante saper parlare e leggere almeno il cinese di base. La conoscenza del loro modo di scrivere e parlare ci aprirà le porte di una straordinaria cultura ultra-millenaria, probabilmente la più antica del mondo. Misesti dialoga con Michele Caldarelli. In collaborazione con l’associazione culturale Caracol.

Lascia un commento