Parolario, 17 giugno: giorno 3

parolario-17-giugno-giorno-3
0 560

La terza giornata di Parolario, sabato 17 giugno, vedrà un alternarsi di poesia, filosofia, musica, laboratori, racconti, saggi, storie: lo scrittore e mito del giornalismo sportivo Gianni Clerici presenterà il suo ultimo romanzo Diario di un parroco del lago, Lucetta Scaraffia parlerà del ruolo delle donne nella chiesa, mentre Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, spiegherà come, per migliorare la nostra vita, non possiamo fare a meno di ispirarci alle piante. Al grande Luigi Tenco (nella foto in alto), a 50 anni dalla morte, sarà dedicato l’incontro con Aldo Colonna, che presenterà il suo ultimo libro sulla vita del cantautore, seguito da un omaggio musicale con Sulutumana Trio, Marco Belcastro, Vittorio Liberti e Alessio Brunialti.

Programma di oggi

Villa Olmo

Andrea Di Gregorio

– ore 9.30 con Scrittura creativa di Parolario: hai i numeri per scrivere un romanzo?: Andrea Di Gregorio presenta la decima stagione dei corsi di scrittura creativa organizzati da Parolario in collaborazione con l’Associazione Comocuore e che si terranno a partire da settembre 2017. Di Gregorio Si è laureato in Filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Tiene corsi di scrittura creativa e di traduzione a Como, è il traduttore ufficiale di Petros Màrkaris e ha al suo attivo due romanzi pubblicati da Salani, oltre a una serie di saggi sulla traduzione.


– ore 11 Giovanni Ferrari presenta I gialli di Comocuore, giunti alla loro seconda puntata: stavolta l’autore Tim Vàng – proseguendo nel filone che vede protagonisti il dottor Carlo Lafranconi, suo cognato il dottor Guidi e l’ineffabile giudice Berrino – intinge la penna nel mistero per offrire due gialli (Delitto sul lago e Il giornalista) che offrono tutti i classici ingredienti dei racconti di questi tipo. Ferrari dialoga con Andrea Di Gregorio. In collaborazione con Comocuore.


– ore 15.30 Lettura animata per bambini e famiglie E tu chi sei? L’Okapi. Una storia di animali che parla degli uomini tratta dal libro di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella. Intervengono Dino Ticli e Franca Calvetti. Una storia di animali che ci parla degli uomini. Una storia di animali che rispetta le caratteristiche etologiche e ecologiche di ciascuno ma che fa riflettere sulle varie culture e popolazioni umane. La giovane okapi, alla ricerca della sua identità, grazie al suo aspetto così particolare che sembra riassumere le caratteristiche di diverse specie, vive una serie di avventure e di incontri che le permetteranno di capire che non esiste la “specie perfetta”, ma che ognuna è portatrice di ricchezza e che tutte insieme, proprio per le loro diversità, creano armonia.


– ore 15.30 Secondo appuntamento con il laboratorio Arm knitting. Due braccia e un filo a cura di Monique Hemsi. L’Arm Knitting è una tecnica innovativa nata negli Stati Uniti che permette di realizzare capi in maglia usando esclusivamente le braccia o le dita (nella variante del Finger Knitting) senza uso di ferri, uncinetti o altri strumenti. Durante il laboratorio i partecipanti conosceranno le tipologie e le caratteristiche dei filati più adatti per la lavorazione, impareranno la tecnica di base e, attraverso la metodologia “learning by doing” (imparare facendo), realizzeranno una borsa a rete in fettuccia. Il laboratorio è rivolto a tutti, non è necessario avere già nozioni di lavoro a maglia o uncinetto tradizionali. In collaborazione con Knitta! Ingresso a 5 euro. Prenotazione consigliata allo 031301037, info@parolario.it. I filati utilizzati durante il laboratorio sono offerti da DMC Dolfuss Mieg & Cie.


Lucetta Scaraffia

– ore 17 Lucetta Scaraffia presenta il libro Dall’ultimo banco. La chiesa, le donne, il sinodo (Marsilio, 2016). Al Sinodo dei vescovi sulla famiglia dell’ottobre 2015 per la prima volta qualche voce femminile si è fatta sentire e nel documento finale sono state riprese tracce del punto di vista delle donne. Tra loro, Lucetta Scaraffia che, «seduta proprio all’ultimo banco della grande aula del Sinodo», ha potuto mettere a fuoco temi e nodi della discussione. Nel suo libro richiama e amplia quanto affermato nel suo intervento: la Chiesa non può dimenticare che il cristianesimo per primo ha proposto la parità spirituale fra donne e uomini e che è la tradizione cristiana ad aver gettato il seme dell’emancipazione femminile in Occidente. Le donne sono le sole che possano restituire vitalità e cuore a una struttura irrigidita e autoreferenziale. Da queste pagine emerge con forza la consapevolezza che «senza donne», come scrive Scaraffia, «la Chiesa non può pensare il futuro, perché sono le donne che la tengono in piedi e non accettano più di servire senza essere ascoltate». L’autrice dialoga con Armando Torno e Graziella Graziano.


Stefano Mancuso

– ore 18.15 Plant revolution con Stefano Mancuso. Il neurobiologo vegetale e scienziato di fama mondiale spiega come, per migliorare la nostra vita, non possiamo fare a meno di ispirarci alle piante. Perché le piante sono organismi sociali sofisticati ed evoluti che offrono la soluzione a molti problemi tecnologici, e sono anche molto più resistenti degli animali. Vere e proprie reti viventi, le piante sono organismi costruiti su un modello totalmente diverso dal nostro: sono capaci di sopravvivere a eventi catastrofici senza perdere di funzionalità e sono organismi sociali sofisticati ed evoluti molto più resistenti e moderni degli animali. Il suo libro Plant revolution. Le piante hanno già inventato il nostro futuro (Giunti, 2017) esplora il mondo vegetale per immaginare il futuro dell’umanità e illustra come nel mondo vegetale ci siano già le soluzioni tecnologiche di cui non potremo fare a meno nel nostro futuro. Mancuso dialoga con Vanessa Vaio, esperta di divulgazione scientifica, educazione ambientale ed Heritage Interpretation.


Paolo Zellini

– ore 19.30 Primo incontro Tra scienza e filosofia con Paolo Zellini e La matematica degli dei, gli algoritmi degli uomini. I numeri sono un’invenzione della mente o una scoperta con cui la mente accerta l’esistenza di qualcosa che è nel mondo? E come può avvenire che qualcosa, pur crescendo in dimensione (e nulla cresce come i numeri), rimanga uguale? A partire da queste domande, Zellini ci guiderà in un viaggio affascinante tra matematica, filosofia, religione e fisica di base dialogando con Alfredo Tomasetta. Introduce Giulio Casati, coordinatore scientifico della Fondazione Alessandro Volta. In collaborazione con Fondazione Alessandro Volta.


Gianni Clerici

– ore 21 Gianni Clerici, mito del giornalismo sportivo e scrittore raffinato, presenterà il suo ultimo romanzo ambientato sulle rive del Lrio Diario di un parroco del lago (Mondadori, 2017). Giovanni Castelli non ha ancora trent’anni e appartiene a una famiglia facoltosa, proprietaria di una delle maggiori seterie comasche, ma degli affari non vuole saperne. La Seconda guerra mondiale si è conclusa da pochi anni quando, fresco di seminario, viene designato curato di Lezzeno, un piccolo paese sulle rive del lago. Sono per lo più peccati veniali quelli che don Giovanni raccoglie nel segreto della Confessione. Mentre il contrabbando di sigarette, che tutti praticano quasi loro malgrado, per necessità di sopravvivenza, nemmeno viene considerato peccato. Ascoltando i resoconti concitati delle “passeggiate notturne” oltreconfine, che spesso diventano scenario di scontri con la polizia, tensioni e litigi famigliari, il vicario si scopre solidale con la sua comunità, desideroso di proteggerla.  E quando l’anziano padre di Giovanni non potrà più guidare l’azienda di famiglia, il giovane sacerdote si troverà a rimettere in discussione tutte le sue scelte di vita… Clerici dialoga con Basilio Luoni.


Aldo Colonna

– ore 22.30 Aldo Colonna parlerà della Vita di Luigi Tenco. A cinquant’anni dalla tragica e ancora misteriosa scomparsa del grande cantautore, la figura di Luigi Tenco continua ad affascinare e resta un punto di riferimento fondamentale nel panorama della canzone italiana. Nella biografia Vita di Luigi Tenco (Bompiani, 2017) Colonna racconta la vita di un personaggio affascinante e scomodo, fiero e disperato, coerente fino in fondo, dalla forte personalità. Emerge non solo il ritratto del Tenco artista ma anche la storia della sua vicenda esistenziale, fino alle circostanze, analizzate nel dettaglio, della morte violenta. Questa nuova edizione, arricchita da un apparato iconografico che contiene alcune foto inedite, getta luce sul significato di alcune celebri canzoni, a lungo travisate. L’autore dialoga con Alessio Brunialti. A seguire, Dedicato a Luigi Tenco: Se stasera sono qui. Musica con Sulutumana Trio, Marco Belcastro, Vittorio Liberti e Alessio Brunialti.


Villa Bernasconi, Cernobbio

Antonella Crippa

– ore 11 Antonella Crippa e Ilaria Marzia Orsini presenteranno Mai per caso. Il poliziesco ragionato di P.D. James (Mimesis, 2017), volume che delinea alcune delle caratteristiche dello sguardo sull’opera della scrittrice, a due anni dalla scomparsa, e lo fa attraverso tre contributi specifici: nel primo saggio, Antonella Crippa presenta l’autrice creando una cornice biografica generale ma precisa. Ilaria Orsini, invece, si concentra soprattutto sul personaggio di Cordelia Gray, straordinariamente complesso e interessante. Il volume si conclude con un’intervista inedita a P.D. James, una delle ultime prima della sua morte, raccolta da Antonella Crippa nella casa londinese della scrittrice. Le autrici dialogano con Umberto Montin.


– ore 16 Laboratorio per bambini maestri di filosofia Questo non è un cappello: saranno i bambini, con la curiosità propria dell’infanzia, a porre domande agli adulti, cercando di spiegare la filosofia ai grandi, e non viceversa. L’obiettivo è quello di far cogliere ai bambini la loro capacità di pensiero, di valorizzarla e di favorire un’attitudine alla riflessione. In particolare, verranno valorizzate le capacità di intuizione e di immaginazione dei più piccoli che saranno coinvolti in maniera creativa attraverso il disegno e qualche altra attività ludica e artistica. Traendo spunto dall’incipit de Il piccolo principe di Saint-Exupéry, il laboratorio offrirà un viaggio attraverso l’immaginazione, i cui contorni saranno delineati dai giovani partecipanti. A cura di Manuela Moretti. Per bambini dai 6 ai 9 anni. Partecipazione a 5 euro. Prenotazione consigliata allo 031301037, info@parolario.it.


Francesco Sorti e Rita Monaldi

– ore 18.30 La premiata coppia Rita MonaldiFrancesco Sorti presenterà il libro Malaparte. Morte come me (Baldini & Castoldi, 2016), finalista al Premio Strega 2017. I due scrittori, che hanno conquistato le classifiche internazionali con i loro gialli storici, tornano con una storia che porterà i lettori negli anni del fascismo. Isola di Capri, agosto 1939. L’Italia è nella morsa del fascismo, la Seconda guerra mondiale è alle porte. Durante uno scintillante party sotto le stelle, zeppo di aristocratici, ufficiali nazisti e miliardari americani, il celebre scrittore Curzio Malaparte, gran rubacuori ed enfant terrible del fascismo, viene accostato dalla polizia segreta di Mussolini: qualcuno lo accusa dell’omicidio di una giovane poetessa inglese, misteriosamente precipitata da un dirupo quattro anni prima – un evento realmente accaduto. Malaparte decide di darsi alla macchia: con l’aiuto di pochi amici fidati (un principe scialacquatore, un camorrista, uno strambo pittore e l’inseparabile cane Febo) condurrà in clandestinità una difficilissima inchiesta. Gli autori dialogano con Lorenzo Morandotti.


Biblioteca comunale di Brunate

Guido Catalano

– ore 21 Incontro con Guido Catalano: Mi piacerebbe bere con te una birra guardando il tramonto a Brunate, titolo di una delle poesie raccolte dal nel suo fortunatissimo libro Ogni volta che mi baci muore un nazista (Rizzoli, 2017). «A 17 anni ho deciso che volevo diventare una rock star. Poi ho capito che forse non ce la facevo e ho ripiegato su poeta professionista vivente, che c’erano più posti liberi», ama dire di sé l’autore con l’ironia che lo caratterizza e che contraddistingue il posto particolare che si è ritagliato nel panorama della poesia italiana. Battute a parte, dopo un lunghissimo Grand tour nei teatri e nei circoli di tutta Italia, ha pubblicato questo libro che è stato il caso poetico dell’anno. Catalano dialoga con Pietro Berra. In collaborazione con Premio Alda Merini. L’incontro sarà preceduto alle 20 da un apericena con l’autore a cura della Pro Brunate. Prenotazioni su https://guidocatalanobrunate-apericena.eventbrite.it. Per informazioni info@premioaldamerini.org.

Lascia un commento