Mezzanotte con Harry Potter

mezzanotte-con-harry-potter
0 423

Sir Arthur Conan Doyle tentò di sbarazzarsi di Sherlock Holmes (e anche del suo arcinemico Moriarty) facendolo precipitare nelle cascate di Reichenbach durante una lotta senza quartiere ne L’ultima avventura, salvo resuscitare l’infallibile detective, a furor di popolo, pochi anni dopo (tre, per la precisione). È solo uno dei tanti esempi di personaggio seriale che sopravvive anche alla volontà stessa dell’autore di liberarsene per dedicarsi – finalmente – ad altro. E così J.K. Rowling, mamma di Harry Potter, responsabile della creazione di un’intera nuova epica magica che ha affascinato almeno due generazioni (perché la qualità letteraria dell’autrice ha dato vita a romanzi amatissimi dai ragazzi, ma anche dai loro genitori), non ha voluto essere drastica con il maghetto, ma giunta a I doni della morte, settimo e ultimo capitolo della saga iniziata nel 1997 da Harry Potter e la pietra filosofale, aveva deciso di abbandonare Hogwarts e i suoi personaggi regalando a tutti quella che, per certi versi, è una morte un po’ peggiore: dopo tante traversie, 19 anni dopo la morte di Vodemort, ecco Harry sposato con Ginny Weasley e padre di tre marmocchi mentre scorta questi ultimi alla stazione dove incontra anche Ron e Hermione, a loro volta genitori di due pargoli, tutti diretti alla scuola di magia. Gli avventurieri di una volta si sono trasformati in tranquilli maghi borghesi: Harry è il capo dell’ufficio applicazione della legge sulla magia (in pratica un passacarte), Hermione è ministro (ministra?) della magia mentre Ron è… un negoziante e tutto è bene quel che finisce bene.

Il cast della saga cinematografica di Harry Potter alla fine dell'avventura

Il cast della saga cinematografica di Harry Potter alla fine dell’avventura

1865049_potter8Ma, in realtà, non è finita finché non è finita e così ecco Harry Potter e la maledizione dell’erede, nelle libreria italiane a partire dalla mezzanotte di sabato 24 settembre. Non si tratta di un nuovo romanzo, ma di un testo teatrale di Jack Thorne e John Tiffany basato su una storia originale della Rowling, ma per i fan della scrittrice, dopo otto anni di astinenza, poco importa. La scrittrice aveva due strade possibili: ambientare il tutto in un flashback, ma questo avrebbe dovuto inserirsi perfettamente nella perfetta (e non semplicissima) continuity dei sette romanzi precedenti. Oppure proseguire dal punto in cui si era interrotta, magari spostando l’attenzione su un nuovo personaggio, Albus Severus Potter, secondogenito di Harry e Ginny e interrompiamo qui il racconto per non rovinare la sopresa anche se la trama è già stata pubblicata in lungo e in largo (i tempi del mistero che accompagnava ogni uscita di uno dei romanzi sono decisamente tramontati). Non solo: con una mossa quasi senza precedenti per l’Italia, da tempo il volume è disponibile nella versione originale inglese (Harry Potter and the cursed child), ottimo esercizio per quei ragazzi che volessero imparare o perfezionare la lingua d’Albione leggendo le nuove avventure della famiglia Potter.

La pièce teatrale Harry Potter and the cursed child: il mago è Jamie Parker

La pièce teatrale Harry Potter and the cursed child: il mago è Jamie Parker

Il romanzo ora esce per i tipi di Salani anche in italiano e non sono poche le iniziative per celebrarne la pubblicazione. La Ubik di piazza San Fedele 32 a Como aprirà a mezzanotte. La Feltrinelli di via Cesare Cantù 17 ha approntato un’autentica Potter night che si aprirà alle 21.30. Alle 22 Harry Potter costum contest con sorprese per chi si presenta vestito a tema. Alle 22.30 Super quiz a premi («Sei un vero potteriano? Pensi di conoscere proprio tutto della saga più famosa di sempre? Accetta la sfida!»). La serata, condotta dall’attore Davide Marranchelli, culminerà alla mezzanotte con la messa in vendita del libro, fresco di stampa.

Sabato 24 settembre alle 17 la libreria Libooks di Cantù propone un laboratorio per i bambini da 8 anni curato dal fumettista Luca Galimberti con la storia Jerri Chopper e l’incontro inaspettato. «Ciao ragazzi! Vi piacciono i fumetti? – chiede l’autore – In questo laboratorio vedremo qualche buon trucchetto per creare un fumetto da far leggere ai vostri genitori, ai vostri amici o al vostro pesce rosso! L’unico ingrediente richiesto è la passione e la voglia di provare! Il giovane maghetto Jerri Chopper e io, vi aspettiamo davvero numerosi!».

Lascia un commento