Live (in) the Academy: open day dell’Accademia Galli tra workshop, incontri e musica

live-in-the-academy-open-fay-dellaccademia-galli-tra-workshop-incontri-e-musica
0 534

Settembre è – per alcuni – il reale inizio d’anno. Lo è per le scuole, lo è per chi fa buoni propositi in merito palestra e altre faticose incombenze, lo è per chi vuole dare il via a nuove esperienze e progetti. Lo è anche per l’Accademia di belle arti Aldo Galli – Ied di Como, che infatti ha organizzato un open day molto particolare per giovedì 14 settembre.

Live (in) the Academy, questo il titolo della giornata: una serie di eventi per conoscere e vivere l’Accademia e permetterà, dalle 14 alle 21, a tutti i partecipanti di seguire numerosi workshop, dialogare con i docenti e altri professionisti che collaborano con l’Istituto, di seguire incontri tematici. Un open day che rispecchia la visione della vita universitaria che l’Accademia propone quotidianamente: “live”, appunto, dove tutto succede simultaneamente, può essere toccato con mano e osservato dalle prime file. Gli studenti occupano, in questa realtà, un ruolo principale, di motore fondamentale delle attività di formazione e divulgazione.

Durante la giornata di giovedì sarà dunque possibile provare l’esperienza sul campo attraverso i workshop ed entrare nella vita dell’Accademia. I quattro corsi universitari proporranno ciascuno le sue peculiarità: reLIVE the painting sarà il momento dedicato al restauro di un dipinto murale strappato di Comolgion Babavev. textLIVE your T-Shirt sarà un laboratorio di stampa su t-shirt con stampante per tessuti con il designer Andrea Angeloni. Durante “3dLIVEscanning” sarà possibile provare scansione digitale e stampa 3D con l’architetto e designer Francesco Pusterla; il fotografo Emanuele Scilleri terrà invece il laboratorio di fotografia. Accanto a questi appuntamenti, una serie di presentazioni delle tesi curate da alcuni studenti: Gloria Valentini presenta la sua su un’opera di Remo Bianco, Virginia Antonini quella su Giò&Giò, Bianca Gambotti quella sulla Stamperia di Lipomo.

Per iscriversi è possibile consultare il sito ied.it/como o la pagina Facebook @accademiagalli o collegarsi allo shortlink bit.ly/OD_1409.

Due momenti molto importanti saranno i Talk con lo street artist K ONE, condotto da Alessandra Carrieri, e quello con il fotogiornalista Mattia Vacca, che dialoga con Davide Cantoni.

K ONE a/k/a Marco Mantovani

K ONE, al secolo Marco Mantovani, è uno dei graffiti writer italiani della prima ora: classe 1972, già a 15 anni, negli anni Ottanta, inizia a dipingere per strada; pioniere a Milano, KayOne lavora come art director e artista, dipingendo quadri e muri in Italia e all’estero. In quell’epoca di fermento, lui e molti altri portarono una nuova grande cultura underground, fino a fondare nel 1991, insieme ad Airone e Adstar, la prima fanzine italiana dedicata al writing: Hip Hop Tribe Magazine. Durante l’incontro in Accademia l’artista racconterà le sue esperienze, il suo stile rimasto fedele alla linea più “old school” e le molte esposizioni recenti di successo al Museo della Triennale, all 54ª Biennale di Venezia e al Grattacielo Pirelli.

Mattia Vacca

Cantoni condurrà invece il talk con Mattia Vacca, fotogiornalista e fotografo documentarista, che per i comaschi non ha bisogno di presentazioni. Per più di dieci anni si è occupato di cronaca per il Corriere della Sera e i suoi lavori continuano ad essere costantemente pubblicati sui maggiori quotidiani e magazines italiani e internazionali. Decine di premi e riconoscimenti quelli ricevuti: Sony Photography Award, Royal Photographic Society Award, Unesco Humanity Photo Award Renaissance Prize, New York Photo Award, Moscow Photo Award e l’International Photography Award. Uno degli ultimi progetti in cui è coinvolto, insieme ad altri professionisti, è il volume in fase di pubblicazione Confine.

Lazza

Lazza

A chiudere la giornata la musica, immancabile. Alle il set Hip Hop di Mattia Ferrario e dalle 20 LAZZA Live. Il rapper milanese si è formato nel collettivo Zero2, dove ha dimostrato eccezionali abilità tecniche riproposte nelle battle di freestyle in tutta Italia.
Nel 2014 pubblica il suo primo mixtape con la Blocco Recordz, e dopo aver pubblicato vari singoli e video di successo, nel 2016 pubblica DDA, che gli permette di farsi conoscere da un pubblico più ampio. Ha aperto il primo concerto della doppia data milanese di Salmo al Fabrique che sta girando il Paese con tour live accompagnato da Low Kidd.

Un grande onore averlo anche all’Accademia, quindi, a chiudere una giornata intensa e tutta da vivere.

 

Lascia un commento