Le ricette di Sara: semifreddo all’aquafaba

0 1291

Oggi torniamo nuovamente a parlare di aquafaba, il mio recente grande amore! E lo facciamo con una ricetta a prova di principiante, leggera e adatta ai bollori estivi: un semifreddo. Come vi ho già detto, sto sperimentando tutte le declinazioni possibili dell’uso dell’acqua di cottura dei ceci, un ingrediente che, credo, in futuro si diffonderà anche in da noi a macchia d’olio, visto la versatilità che lo contraddistingue e il suo essere praticamente a costo zero, quindi, avendo trovato delle fragole particolarmente dolci, ho voluto provare a fare un semifreddo molto estivo e soprattutto quasi senza calorie. La consistenza finale, non utilizzando panna o yogurt, assomiglia molto a quella di un sorbetto ed è gradevolmente rinfrescante.
Al posto delle fragole si possono sperimentare altri tipi di frutta. Io ci vedo particolarmente bene le pesche o il melone, per esempio, che sono frutti molto succosi ed estivi.

Procuriamoci quindi:
170 gr di aquafaba
350 gr di fragole
4 cucchiai di zucchero a velo
qualche goccia di estratto di vaniglia

Mettete nel congelatore per circa un’ora le fragole tagliate a pezzi.

Dopodiché trasferitele nel robot da cucina e riducetele in purea.

Nel frattempo montate l’aquafaba nella planetaria per circa 15 minuti aggiungendo verso la fine l’essenza di vaniglia e lo zucchero a velo poco alla volta perché non smontino il composto.

A questo punto incorporate delicatamente la purea di fragole con una spatola.

Mettete il composto in frezeer per almeno 6 ore (se avete la possibilità mescolatelo dopo circa 2 ore).

 Prima di servire aspettate circa mezz’ora in modo che la texture diventi più cremosa.

Come sempre, per questa e altre ricette vi aspetto sul mio blog!

Lascia un commento