Le ricette di Sara: hummus di ceci

0 1123

Qualcuno di voi forse si domanderà cosa me ne faccio delle quintalate di ceci che mi avanzano dopo l’uso compulsivo di aquafaba… Ebbene una delle ricette che amo di più (ed è anche semplice e veloce, il che non guasta) è l’hummus, una crema spalmabile molto versatile e saporita, nonché uno dei piatti preferiti di mio marito! Per chi non lo conoscesse l’hummus è una salsa a base di ceci e di pasta di sesamo (la tahina), che viene aromatizzata con aglio, prezzemolo e diversi tipi di spezie. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi: nasce in Libano e si diffonde successivamente in tutto il medioriente ed è ormai apprezzato sulle tavole di tutto il mondo. Io ne ho affinata una versione leggermente italianizzata, che non si discosta molto dall’originale, ma allo stesso tempo risponde di più ai miei gusti e, come ho potuto constatare, anche a quelli dei miei ospiti. Le differenze sostanzialmente sono la mancanza dell’aglio e del cumino e che la tahina è fatta in casa, con olio di semi. A casa mia si usa soprattutto come antipasto, spalmato su bruschette con verdure grigliate o sott’olio oppure in alternativa al classico pinzimonio per servire le verdure crude ma si può utilizzare in mille altri modi, come portata principale accompagnato da contorni oppure per farcire piadine o panini.
Armiamoci quindi di un robot da cucina e procuriamoci

2 lattine di ceci
3 cucchiaini di tahina
Il succo di 1 limone (o lime)
Curcuma / paprika / curry a piacere
Sale e pepe
Olio d’oliva e acqua per mantecare il composto (q.b. e se serve)
Prezzemolo per guarnire

Scolate i ceci e, mi raccomando conservatene l’acqua di governo (si può tranquillamente congelare, non deludetemi!), e metteteli nel robot da cucina iniziando a mixare.

Aggiungete il succo di limone, gli aromi e la tahina (se volete farla voi, e ve lo consiglio, cliccate qui).

Per chi non la conoscesse, la tahina deriva dai semi di sesamo bianco, ed è diffusa in Grecia, Turchia, Nord Africa e nel Vicino Oriente

Dopo pochi minuti il composto deve risultare omogeneo e consistente, deve essere vellutato e spalmabile e non si devono sentire le bucce dei ceci. Se serve aggiungete un po’ d’acqua e/o olio d’oliva per amalgamare meglio.

Io vi consiglio di metterlo in frigo un’ora prima di servirlo, risulterà più compatto e fresco.

Come sempre, per questa e altre ricette vi aspetto sul mio blog!

Lascia un commento