Le ricette di Sara: crème caramel vegetale

le-ricette-di-sara-creme-caramel
0 542

Oggi è la volta di un dolce al cucchiaio, facile e veloce da preparare, ma che può risolvervi con successo il dessert per una cena dell’ultimo minuto, visto che è fatto con ingredienti che si hanno quasi sempre in casa e che necessita di solo un paio d’ore di raffreddamento: il crème caramel, ovviamente nella mia versione vegetale! La famiglia dei crème caramel, budini e flan affonda le sue radici nell’antichità, addirittura ai tempi dei romani, e tuttora trova larga diffusione non solo in Europa ma anche in America Latina. Io vi suggerisco questa versione ma potete, con le stesse proporzioni liquidi / solidi, provare a sbizzarrirvi, aromatizzando il budino al cacao oppure usando una gelatina di frutta al posto del caramello.

Di corsa in cucina allora, e procuriamoci per 4 coppette:
400 ml di latte di soia alla vaniglia (o latte di soia naturale con aggiunta di essenza di vaniglia)
4 cucchiaini di amido di mais
1 cucchiaino di agar agar in polvere
20 gr di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di curcuma (per colorare)

per il caramello
150 di zucchero
2+2 cucchiai di acqua

Sciogliete la polvere di agar agar e l’amido di mais in 100 ml di latte e tenetelo da parte.

Intanto mettete in un pentolino il latte restante, lo zucchero, la curcuma e portate a bollore; unite al latte l’agar e l’amido di mais sciolti e fate bollire a fuoco basso mescolando in continuazione per circa 10  minuti.

Togliete dal fuoco e versate il composto nelle coppette inumidite; lasciatele intiepidire e poi mettetele in frigorifero per 3/4 ore.


Mentre la vostra crema raffredda, preparate la salsa al caramello scaldando sul fuoco lo zucchero con 2 cucchiai di acqua, senza mescolare ma solo facendo girare il pentolino.


Una volta che lo zucchero si sarà sciolto del tutto, si sarà scurito e avrà iniziato a schiumare, spegnete il fuoco e aggiungete gli altri 2 cucchiai di acqua (per fare in modo che non solidifichi). Raffreddate la salsa mettendo il pentolino a bagno in acqua fredda pochi secondi e una volta pronto il budino, impiattate e versatecelo sopra.

*per preparare il caramello a regola d’arte bisognerebbe utilizzare un termometro da cucina; immaginando che la maggior parte di voi non lo abbia in casa, vi consiglio lo stesso di provare a farlo “a occhio” come vi ho descritto: l’importante è che non bruci!

Come sempre, per questa e altre ricette vi aspetto sul mio blog!

Lascia un commento