Le ricette di Sara: arrosto di sedano rapa

le-ricette-di-sara-arrosto-di-sedano-rapa
0 698

Il sedano rapa, detto anche sedano di Verona, è un ingrediente un po’ particolare, conosciutissimo in alcune regioni e del tutto ignorato in altre e, a differenza degli altri tipi di sedano, di lui non si consuma la parte aerea, ma la radice. Grazie alla sua versatilità e alle sue pochissime calorie è però un ortaggio che, una volta scoperto, è difficile da abbandonare. I modi in cui prepararlo sono davvero molteplici: in purè, in chips, in polpettine, in salsa, in zuppa, e via quasi all’infinito! Io oggi vi propongo una preparazione che, per aromi, ricorda il classico arrosto. L’unica difficoltà della ricetta sono i tempi d’attesa: un paio d’ore di marinatura e un paio d’ore in forno e per questo si presta particolarmente come piatto “della domenica” o per quando avete un po’ di tempo a disposizione. Partiamo!

Procuriamoci:
1 grosso sedano rapa
Rosmarino / salvia / timo
Aglio
Olio EVO
1/2 bicchiere di vino bianco
Sale/pepe

Pelate con il pelapatate il sedano in maniera grossolana (insistendo solo un po’ nella parte dove ci sono più radici) e tritate gli aromi con una mezzaluna.

Bucherellate il sedano e, con l’aiuto dell’olio e del vino, ricopritelo con gli aromi tritati e l’aglio schiacciato e mettetelo in frigo coperto da una pellicola per un paio d’ore (o per il tempo che avete a disposizione).

Ponetelo ora, insieme alla sua salsina e al sale e pepe, al centro di un foglio di carta da forno sovrapposto a un foglio di alluminio e formate un cartoccio che metterete a cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per 2 ore.
Una volta sfornato, lasciatelo un pochino intiepidire nel suo cartoccio.

Tagliatelo a fette e, se si è asciugato, irroratelo con un po’ di olio e mettetelo 5/6 minuti in forno con funzione grill per fargli fare un po’ di crosticina.

Io qui l’ho servito con funghi trifolati e patate… Ci sta bene anche un purè o la zucca al forno… A voi!

Come sempre, per questa e altre ricette vi aspetto sul mio blog!

Lascia un commento