La luna di fiori di Orticolario

Si rinnova la magia di Orticolario
0 684

Per la prima volta dopo anni questa volta non parteciperò a Orticolario. Il motivo è più che gioioso, essendo impegnata con il matrimonio di una cara amica con annessa trasferta. Resta, però, un po’ di amaro in bocca per il fatto di non vedere che cosa l’edizione del 2017 abbia in serbo per noi visitatori.

Orticolario è una delle fiere più interessanti, esteticamente accattivanti e piacevoli da visitare della nostra provincia –  e non solo. Tornare a Villa Erba in questo periodo dell’anno è una consuetudine e un delizioso appuntamento fisso che appaga la vista, l’olfatto e il gusto e che resta imperdibile sia con il bel tempo che con la pioggia.

Già, perché c’è qualcosa di molto romantico – nonché di evocativo di tanti festival internazionali molto chic – nel passeggiare nel parco dotati di ombrello (magari colorato o a motivi floreali, tanto per restare in tema) e con gli stivali di gomma, godendo della frescura e del rigoglio delle piante.

Nessun dubbio che anche camminare sull’erba e attraversare i padiglioni, fuori e dentro le serre, illuminati e scaldati dal sole faccia il suo gran bell’effetto: le vetrate riflettono la luce con effetti magici  e tutto risplende dei colori degli allestimenti, dei fiori, dei laboratori che – numerosi – si svolgono durante le giornate di apertura.

In questa edizione è prevista anche l’apertura serale, che consentirà una visita al chiaro di luna e la godibilità della vegetazione alla luce notturna: la Luna è il tema principale, il fiore protagonista la fucsia dalle mille sfumature nei petali e nelle foglie.

Accanto ai colori, tanti i profumi che si incontrano durante la visita: sono i più disparati e avvolgono e soprendono tutti i visitatori, sia i più esperti e “addetti ai lavori” sia gli amatori che si dedicano ad un semplice giro alla scoperta di curiosità e spunti.

Profumo di innumerevoli specie di piante e fiori ma anche di ottime specialità e prodotti gastronomici che si possono trovare in molti stand: birra artigianale – quest’anno è presente anche la Birra Mannara, per restare in tema, gelato biologico, dolci e marmellate che fanno venire voglia di fare colazione più volte al giorno, pane di ogni varietà.

L’occasione è ghiotta – giochi di parole a parte – anche per visitare parte della Villa, sempre arricchita di installazioni incredibili e altri luoghi che del complesso fanno parte. A malincuore seguirò tutto questo a distanza, quest’anno, augurando a tutti voi un fine settimana intenso, immersi nel verde, nel fucsia e nei mille altri colori di Orticolario.

Il calendario completo degli eventi di quest’anno è disponibile qui.

(Foto di Andrea Butti)

Lascia un commento