Illustrazioni e graphic novel di Autilia al San Teodoro

illustrazioni-e-graphic-novel-di-autilia-al-san-teodoro
0 367

Il Teatro San Teodoro di Cantù è lieto di presentare la mostra personale del giovane illustratore e fumettista Davide Aurilia, a cura di Elisa Fusi. In mostra da domenica 12 marzo (alle 19 l’inaugurazione) al 7 aprile una selezione di venti opere, tra illustrazioni e tavole di graphic novel, realizzate ad acquerello. Specialista nell’uso di questa tecnica, Aurilia predilige nei suoi lavori scene di intimità e vita quotidiana ambientate in interni domestici o in contesti cittadini. Il suo è uno stile narrativo che apparentemente ricostruisce la scena di un set cinematografico indagato nei minimi dettagli. Gli acquerelli, caratterizzati da colori tenui che sfumano per gradazioni e suddivisi tra loro a seconda della prevalenza di colori caldi o freddi, si caratterizzano per l’approccio onirico e romantico che guida l’immaginario dell’artista verso la rappresentazione.

Bus stop, acquerello su carta

Davide Aurilia

Davide Aurilia è nato a Desio, in Brianza nel 1989. Nel 2013, dopo il diploma in illustrazione a Milano, comincia a lavorare nel campo pubblicitario come storyboarder e visual artist. Successivamente collabora come illustratore freelance anche con aziende private.  Alla fine del 2014, avvicinatosi al mondo dei fumetti d’autore, fonda un collettivo di fumettisti e illustratori emergenti dal nome Radice, con il quale pubblica due antologie di racconti a fumetti nei due anni successivi. Nel 2016 pubblica con B comics un racconto breve a fumetti nell’antologia Shhh! Nello stesso anno, lavora a due libri con uscita prevista nel 2017: un libro illustrato con Eli edizioni, Black beauty, e un graphic novel con Bao Publishing, Ti riconosco.

Lascia un commento