I mille della poesia a Brunate per il Premio Merini

0 746

Un record di partecipanti (oltre mille) ma anche di premiati (13, grazie alle nuove sezioni aggiunte) per la sesta edizione del Premio internazionale di letteratura Alda Merini. La cerimonia conclusiva si terrà domenica 10 settembre alle 15 nell’Auditorium della biblioteca di Brunate. Da Brunate, il “Balcone sulle Alpi”, prende infatti origine la storia della poetessa, poiché in paese dimoravano i nonni paterni ed è con il premio a lei dedicato che Brunate la ricorda insieme a chi l’ha conosciuta e a chi le ha voluto bene. Saranno presenti i componenti della giuria del premio Lucia Bellaspiga, Michelangelo Camelliti, Chiara Milani e Luisella Veroli, oltre al giornalista e scrittore Pietro Berra che ne è il presidente e presenterà la cerimonia. Il pomeriggio si concluderà con un concerto di poesie musicate di Xoán Curiel, musicista, attore e poeta di Santiago de Compostela, che con la sua presenza inaugura il ponte culturale tra il capoluogo galiziano e Como con i rispettivi territori.

Alda Merini a Como con la famiglia negli anni Settanta

Il Premio brunatese è suddiviso in varie sezioni: inediti ed editi di poesia, tesi di laurea e saggi sull’opera di Alda Merini e sulla poesia contemporanea, poesia giovani (under 18). Si aggiungono in questa 6ª edizione la sezione speciale Racconti neri in occasione dei dieci anni del romanzo di Alda Merini La nera novella (Rizzoli, 2007) in accordo con Noir in Festival (sarà presente la sua condirettrice Marina Fabbri); così come la sezione La poesia in classe, dedicata alle scuole in cui gli insegnanti abbiano promosso approfondimenti sulla poesia.

Pietro Berra, presidente del Premio internazionale di letteratura Alda Merini

Il monte premi per i vincitori selezionati dalla giuria tecnica è pari a 5.900 euro. Inoltre verrà conferito il premio speciale I baci di una madre, per la poesia che, nell’ambito della sezione inediti, meglio interpreta il tema dell’amore filiale, in forma di buono soggiorno per 2 persone a Brunate, presso il Boutique Hotel Bellavista. Infine, saranno assegnati riconoscimenti sotto forma di attestati di merito ai finalisti, ai quali verrà anche donata copia del volume La rappresentazione manicomiale nella cultura letteraria del Novecento italiano (Lietocolle, 2017), che contiene la tesi, diventata per l’appunto libro, di Mara Sabia, vincitrice della relativa sezione nel 2015.
La 6ª edizione del Premio è organizzata dalla Biblioteca comunale di Brunate grazie al contributo di Bcc Alta Brianza – Alzate Brianza, e in media partnership con La Provincia, L’Ordine e il sito BiBazz. Domenica 17 settembre uscirà con La Provincia in un piccolo inserto di 4 pagine con tutti i vincitori e i testi dei primi classificati.

Lascia un commento