Grande festa alla corte di CiaoComo Radio

grande-festa-alla-corte-di-ciaocomo-radio
0 1213

Prima di crollare nel letto, sabato notte, non ho potuto fare a meno di mandare un messaggio ai miei compagni di avventura: «Ragazzi, volevo solo dirvi che è stata una gran bella giornata, nonostante gli imprevisti, i problemi tecnici, i qui pro quo e la stanchezza. Secondo me – e non solo secondo me, ve lo assicuro – siamo stati bravi e in tantissimi sono stati contenti di questa festa. Ci meritiamo un grande applauso e anche un gigantesco abbraccio collettivo. Viva CiaoComo Radio»!

Basterebbe questo a riassumere cos’è stata per noi la festa per i quarant’anni di CiaoComo Radio, quale sia stato l’affetto che centinaia di persone hanno dimostrato per questa famiglia e il grosso riscontro che c’è stato fin dalle ore precedenti l’evento in piazza.

Durante la maratona in diretta si sono presentati tantissimi amici della radio, insieme ai fondatori e agli speaker storici; chi non poteva essere presente ha chiamato; innumerevoli artisti, collaboratori e amici da ogni parte d’Italia – e non solo – hanno invaso la bacheca della pagina Facebook con i loro video di auguri.

Quando, meno di due mesi fa, ci siamo trovati per la prima riunione organizzativa, eravamo già carichissimi e pronti a fare nottate e a lavorare nelle pause di lavoro per portare a termine quello che ci eravamo prefissati, ossia realizzare una grande festa aperta a tutti, che potesse coinvolgere adulti e bambini, famiglie e associazioni, amici di nuova e vecchia data e anche chi questa radio la conosceva ancora poco. Questo gruppo – sebbene non molto numeroso – ha saputo creare un’ottima sinergia che è destinata a continuare e, ovviamente, a migliorare.

Ci abbiamo creduto, nonostante il poco tempo, le forze un po’ limitate, l’incognita del meteo e i tanti piccoli grandi problemi che in qualunque evento possono presentarsi; ci siamo stancati, ci siamo anche innervositi (d’altra parte quando credi in una cosa la prendi a cuore nel bene e nel male) ma soprattutto abbiamo visto concretizzarsi un progetto che eravamo determinati a portare avanti bene. Così è stato, grazie agli sponsor – senza i quali ciò non sarebbe stato possibile – alle tante collaborazioni con chi ci ha tenuto ad esserci, ai musicisti e agli ospiti che ci hanno regalato la loro presenza.

Abbiamo iniziato alla grande con tutti i laboratori del pomeriggio ed è stato quasi commovente vedere la carica di Rossella Liberti del Teatro Sociale, di Anna e Ivana di Luminanda, l’entusiasmo dei ragazzi di B.I.R., della Parada par Tücc e di Gemini e del Coordinamento comasco per la pace; gli amici della Ciclofficina – immancabili – si sono presentati anche in serata a farci compagnia. Sul palco le letture e i versi di chi, con Allineamenti, ha voluto offrirci parole venute dal cuore.

Con Luminanda

Intensissime le esibizioni dei ragazzi di Diego Trombello: Nicholas Furlan con Joanina, Elisabeth e Desiree, Fara, Colza e Richy, Gaia Lucchina & Samuele Izzo.

Generazioni: Nicholas Furlan alla chitarra con Joanina, Elisabeth e Desiree

 

Generazioni: Fara & Colza

Luther Acquah, Regus Numadzi, Josh Dayvison e Colza

Generazioni: Timeless (Gaia Lucchina e Samuele Izzo)

Entusiasmante il saluto di Davide Van De Sfroos.

Davide Van De Sfroos

In quello che abbiamo soprannominato il Lorenzo Canali show si sono esibiti Simone Tomassini, che a CiaoComo è legato da tanti anni, e Mara Sottocornola, sempre meravigliosa e affettuosa nei confronti del pubblico.

Simone Tomassini con Dalila Lattanzi e Lorenzo Canali

Zighi, poi, che a CiaoComo è praticamente nato, ci ha divertito con il suo nuovo pezzo In Italia Como. E, per un momento, sul palco si sono riuniti i quattro moschettieri che hanno fatto la storia di questa radio nelle sue diverse incarnazioni: Lorenzo e Alessandro Canali, Valerio Rossini e Gianmaria Gambotti.

Fondatori: Lorenzo Canali, Valerio Rossini e Gianmaria Gambotti

Saluti dal palco anche da Nadir Giori e Francesco Andreotti dei Sulutumana e dall’attore Massimiliano Angioni che, proprio quella sera, avrebbe debuttato con il suo spettacolo Calci.

Lorenzo e Dalila con Francesco Andreotti e Nadir Giori dei Sulutumana

Massimiliano Angioni con Lorenzo e Dalila

Non è stata da meno la serata, che grazie alle esibizioni di Mattiska HC e Marshmallow Pies, seguite da rebelHot e Les Fleurs des Maladives, si è animata e illuminata nella perfetta scenografia di Porta Torre, permettendo ai tanti partecipanti di ascoltare tanta buona musica sorseggiando una buona birra grazie a Smash Cocktail.

Mattiska HC

Marshmallow Pies

rebelHot

Les Fleurs des Maladives

Il gran finale con il dj set ha visto anche un pubblico danzante che si è lasciato andare all’amarcord: essere legati alla radio vuol dire anche, come nel caso degli IISO, fermarsi con noi nonostante i cambi di programma. Infine la dj history della radio con Giulian, Andrea K, Marco Cecchini, Matteo Cori, Paolo Borghetti e Dj Buddha in consolle.

Arrivati alla fine, stanchi e decisamente provati, abbiamo visto sui visi nostri e di tutti coloro che hanno partecipato una grande soddisfazione e un principio di commozione.
A chi mi chiede, come spesso accade per le cose che faccio, il perché di tutto ciò, in genere rispondo «perché ci tengo», «perché mi piace», «perché voglio usare così il mio tempo libero». In questo caso c’è qualcosa di più, però. CiaoComo ha dato a me, e a tanti di noi, moltissimo. Da sempre è stato uno scambio reciproco, possibile grazie alla disponibilità di Lorenzo e Alessandro Canali e di tutti coloro che in radio lavorano. Come in tutti i gruppi, si collabora e, dunque, festeggiare la nostra radio in questo modo, buttandocisi anima e corpo, è stato per me e gli altri del gruppo qualcosa di assolutamente normale.

Senza voler fare torto ai tanti che hanno partecipato a vario titolo, mi sento di ringraziare Alessia, Massi, Stefania, Gherats, Koy, Sergio, Federico, Michele, Taz, Omar e Giacomo. Questo è solo l’inizio, puntiamo a far grandi cose. Restate sintonizzati!

(Foto di Andrea Butti e Alessia Roversi)

Lascia un commento