Exyt, Expose Your Talent al Base di Milano

0 748

exytSabato 3 dicembre, al Base di Milano, si terrà la seconda edizione di Exyt – Expose Your Talent, una giornata dedicata ai musicisti e agli operatori del settore musicale, un’occasione di confronto, di collaborazione e di networking, una vetrina per mettere in circolo talenti, idee, progetti ed entrare in contatto con artisti, professionisti della musica e imprese culturali e creative. Organizzato dall’associazione d’innovazione culturale Musicraft, da I Distratti, dalla cooperativa SMart e con il contributo di Siae, Exyt vanta un programma vasto e ricco di incontri, dibattiti, conferenze e live, dedicati a musicisti emergenti, operatori del settore, curiosi ed appassionati di musica.

Dalle 11 alle 12.15, il panel #1 dal titolo School of rock… jazz, rap, pop… affronterà l’argomento della musica come elemento imprescindibile della quotidianità di ogni persona e dell’importanza di riaffermarne oggi il suo valore educativo nei percorsi di formazione, non solo per chi intende farne una professione. A Milano diverse realtà operano in questo senso, coinvolgendo un pubblico vario ed incontrando via via diverse difficoltà nel portare avanti il loro progetto. Di questo e del loro rapporto con le istituzioni ne parleranno Francesca Gentile, dottore di ricerca all’Università Cattolica di Milano e fondatrice della cooperativa sociale AlchemillaRoberta Palvarini, educatrice e coordinatrice di Abr onlus. Abr, un’associazione che da oltre dieci anni lavora con ragazzi in dispersione scolastica, Maurizio DisoteoPhD in Educazione Musicale, docente di musica e formatore di insegnanti con una vasta esperienza internazionale, e Roberto Zanisi, musicista polistrumentista, che da oltre dieci anni dirige diversi laboratori presso scuole materne, primarie, medie e superiori. Nella stessa fascia oraria, dedicati ai musicisti emergenti, si terranno due momenti di confronto: uno su L’economia e il fund-raising del progetto musicale tenuto da Rossella Lombardozzi (BeCrowdy) ed Elena Patacchini (Make a Cube3), l’altro su come gestire e far crescere un progetto musicale in maniera professionale tenuto da Morea Velati (SMart) e Matteo Zanobini (Picicca).

exyt2Alle 12.15 il live dei Nothing for Breakfast, band di origine fiorentina con diverse esperienze di tour internazionali, reduce da un tour che ha toccato Stati Uniti e diversi paesi europei chiuderà i lavori della mattinata, che riprenderanno alle 14, con il terzo focus sulla comunicazione e audience development, come sfruttare la creatività per promuovere il proprio progetto musicale, tenuto da Francesca Pagnini (MusiCraft) e Antonella La Carpia (Teads). Contemporaneamente, e fino alle 15.30, ci sarà uno speed date, incontri lampo di 10 minuti con professionisti ed operatori del settore quali Nicolò Zaganelli (Artevox Musica, Exploding Bands), Paolo Iafelice (Adesiva Discografica), Matteo Zanobini (Picicca), Morea Velati (SMart), Rossella Lombardozzi (BeCrowdy), Elena Patacchini (Make a Cube3), Emanuela Colli (Eclectic Music Group), Gianluca Giusti (Modernista), Esmeralda Vascellari (Lady Sometimes Records), Ermal Meta (Universal) e Dario Faini (Universal).

exyt3Dalle 15.30 alle 17, l’incontro dal titolo Around the world, around the world, punterà l’attenzione sull’indiscussa vocazione internazionale di Milano, che ci ha abituato negli ultimi anni a una proposta culturale particolarmente aperta ed eterogenea, in cui si alternano artisti italiani ed esteri. Più complesso invece sembra il discorso inverso e si tenterà di dare risposta ad alcuni quesiti riguardanti l’esperienza degli artisti italiani all’estero, su quali siano le difficoltà da loro incontrate e in che modo l’introduzione di un Music Foreign Office italiano potrebbe contribuire a un processo di apertura verso nuovi mercati, con gli interventi di Gianluca Giusti (Modernista), che si occupa della distribuzione di spettacoli di molti artisti italiani, organizzando anche tour internazionali per molti artisti del suo roster, tra cui C+C=Maxigross, Der Maurer, Honeybird & the birdies, IOSONOUNCANE, King Of The Opera, MusicaPerBambini, Omosumo, Sin/Cos e dal 2012 lavora con il Primavera Sound come consulente per il mercato italiano, degli stessi Nothing for breakfast; di Carlotta Zuccaro (Sziget Festival, Home Festival, Metatron), tutor Master in Editoria e produzione musicale – Iulm; di Esmeralda Vascellari titolare di Lady Sometimes Records, che promuove artisti italiani in Europa e negli Stati Uniti e lavora con artisti come Weird, Lilies on Mars, Armaud, Paisley Reich.

exyt5Dalle 17 alle 18.30 si esibirà Joan Thiele, giovane e talentuosa cantautrice, mentre dalle 18 alle 19.30 si svolgerà l’ultimo panel della giornata, in cui si tratterà la questione della profonda crisi economica vissuta ormai da diversi anni dalla discografia italiana, causata anche da una ragione culturale, legata a un sostanziale mancato riciclo degli artisti che si riescono ad affermare e che riescono a crearsi un proprio pubblico e dalla funzione che hanno o potrebbero avere le radio in questo senso.
La discussione verrà condotta da Luca De Gennaro di Radio Capital, Dario Giovannini di Carosello Records (gruppo editoriale le Edizioni Curci), Enzo Mazza, Ceo di Fimi – Federazione dell’industria musicale italiana e Nicolò Zaganelli, titolare di Artevox Musica, che lavora con artisti come Fabrizio Coppola, Modena City Ramblers, Marta sui Tubi, Federico Poggipollini, Gogol Bordello e che da alcuni anni ha ideato il progetto Exploding bands, un servizio di social media marketing per la musica.

Dalle 19.30 e fino al termine della giornata, si alterneranno i live di Discoverland, progetto nato dall’incontro tra Pier Cortese e Roberto Angelini, in cui si riscoprono e guardano da un’altra prospettiva pezzi importanti di musicisti e cantautori italiani e stranieri riutilizzati come materia prima di nuovi esperimenti musicali, il concerto di Cleo T, cantautrice parigina dalla musica evanescente, che mixa stili e suoni, tra valzer e ballate, jazz (accennato) e doo-wop e un dj set pieno di sorprese.

In occasione di Exyt è stato allestito anche uno sportello elettronico per permettere a musicisti, operatori e artisti emergenti di porre a Siae tutte le domande che possano riguardare i loro progetti e la tutela dei diritti d’autore.

La partecipazione alla giornata è libera e gratuita.

Per informazioni e iscrizioni ai focus: http://www.exyt.org/

(Scatti di Nicola Cordì, prima edizione di Exyt – 24 ottobre 2015)

Lascia un commento