Dylan Dog, 30 anni di incubi a fumetti

dylan-dog-30-anni-di-incubi-a-fumetti
0 1029
N.1 1986

Il mitico numero 1, 1986

Sarà il coloratissimo numero 361 Mater dolorosa, in edicola da giovedì  29 settembre, con i segreti del passato e del presente del personaggio creato da Tiziano Sclavi e ora curato da Roberto Recchioni, a festeggiare il trentennale del mensile a fumetti Dylan Dog edito da Sergio Bonelli Editore dal 1986.

A Milano in programma una giornata di festa lunedì 26 settembre: il Dylan Dog horror day (DYDAY per gli amici). Numerose le attività celebrative legate all’old boy: una rassegna di film horror che andrà in onda sul canale televisivo Studio Universal (Mediaset Premium), un programma radiofonico su Radio24 incentrato su otto storie di Sclavi divenute pietre miliari nella produzione dylandoghiana, le iniziative editoriali e le varie attività che vedranno la Bonelli protagonista al prossimo Lucca Comics & Games.

Nel primo pomeriggio, la festa vera e propria aperta a tutti: dalle 18 alle 24 al cinema Odeon di Milano una serie di incontri con gli autori e varie proiezioni, prevista una horrorifica iniziativa per che si presenterà mascherato da mostro (i dettagli sul sito della Bonelli).

È il disegnatore comasco (di Lomazzo) Claudio Villa – l’artista di 57 anni che dal numero 401 ha sostituito il maestro Galep (Aurelio Galleppini) nel delicato ruolo di copertinista della serie ammiraglia bonelliana Tex –  che ha definito graficamente (fondamentali le maniche arrotolate della camicia) l’aspetto del personaggio Dylan Dog – ispirato graficamente all’attore Rupert Everett – del quale ha inoltre firmato le prime intramontabili copertine.

Disegno di Angelo Stano

Disegno di Angelo Stano

N. 361, 2016

30 anni dopo: numero 361, 2016

Dylan Dog sarà infine l’attesissimo protagonista della sesta Fiera del fumetto di Lugano (Svizzera) organizzata al Palazzo dei Congressi, dal 7 al 9 ottobre prossimi, da Fabio (esperto collezionista) e Luca Baudino in collaborazione con Sergio Bonelli Editore. Sarà ospite della rassegna elvetica una folta pattuglia bonelliana: in ordine alfabetico Tino Adamo, Carlo Ambrosini, Giampiero Casertano, Giovanni Gualdoni, Roberto Rinaldi, Pasquale Ruju, la letterista canturina Monica Sanfelice, Angelo Stano, Giovanni Ticci, Claudio (il padre) e Marco (il figlio) Villa. In omaggio ai visitatori paganti l’albo speciale di 32 pagine L’incubo dell’indagatore, copertina e storia di 16 pagine firmate da Claudio Villa più numerose illustrazioni inedite. Gualdoni, Adamo e la Sanfelice cureranno una serie di workshop.

Illustrazioni ©Sergio Bonelli Editore.

Lascia un commento