Coop AttivaMente sotto il Broletto

attivamente-sotto-il-broletto
0 592

Per mercoledì 13 settembre le previsioni meteo danno tempo soleggiato, ma sarà comunque bene dotarsi di un bell’ombrello: la Cooperativa AttivaMente ha in serbo una sorpresa. Prendendo in prestito una citazione di Terri Guillemets («Il tempo è una grande metafora della vita. A volte va bene, a volte va male, e non c’è niente che tu possa fare, se non portarti un ombrello»), la cooperativa ha scelto questo oggetto come simbolo della prossima stagione e segno distintivo per questo evento, così da creare il gruppo e dare il via a un’attività con tutti i docenti. Dalle 18.45 circa sotto il Broletto in Piazza Duomo tutti coloro che vogliano conoscere le nuove attività sono invitati a partecipare muniti anche di tanta curiosità e voglia di mettersi in gioco. Caratteristiche, queste ultime, utili per approcciare i nuovi corsi e scegliere quello migliore per sé: settembre è il nuovo inizio per tante attività, comprese quelle della cooperativa.

Portatori sani di storie, questo il titolo, ha come fil rouge lo stimolo a imparare a (ri)conoscere i propri bisogni e desideri e le proprie emozioni. Da sempre attenta alle esigenze e alla motivazione delle persone, la Cooperativa cavalca l’idea che «Fare teatro vuol dire fare società»: lo scambio e la relazione che si creano in un gruppo – attraverso la partecipazione a un corso, o la frequentazione di un luogo, o la partecipazione a una attività – portano a raggiungere quell’obiettivo.

Dal 4 settembre sono iniziate anche le colazioni e le merende in compagnia: ogni lunedì colazione tutti insieme dalle 8 alle 9 e ogni mercoledì dalle 17 alle 18 merenda nella sede di via Montelungo 8/B: ci sarà la possibilità, in questi momenti, di scambiare due chiacchiere con tutto lo staff. Jacopo Boschini, Valerie Moretti, Simona Rusconi, Sara Malinverno e Michela Mannari e i docenti di tutti i corsi in partenza in autunno (Veronica Di Francesco, Filippo Antonio Prina, Erika Renai, Davide Colavini e Francesca Marchegiano) potranno raccontare le proposte, gli obiettivi, le idee che li muovono.

 

Lascia un commento