Conto alla rovescia per il Festival Como città della musica

conto-alla-rovescia-per-il-festival-como-citta-della-musica
0 2757

Mancano ancora alcuni mesi, ma è già tempo di presentazioni ufficiali per il Festival Como città della musica, l’importante manifestazione tra note, danza e spettacolo che si terrà, in estate a Como e dintorni. Martedì 28 febbraio alle 18.30, il Teatro Sociale ospiterà una conferenza pubblica, in cui sarà Barbara Minghetti, presidente di Teatro Sociale – Aslico a illustrare le caratteristiche del cartellone. L’ingresso sarà libero. L’edizione è di quelle importanti, visto che siamo giunti alla decima annata. Una bella soddisfazione che fa prevedere anche un programma all’altezza. Lo dimostra la scelta del titolo dell’opera partecipata che, come sempre, sarà il fiore all’occhiello. Come è noto, nell’Arena, il 29 giugno, andrà in scena il Nabucco di Giuseppe Verdi, con la regia di Jacopo Spirei. Il cast di artisti, insieme agli oltre duecento coristi non professionisti, porteranno in scena il gioiello del melodramma ottocentesco italiano. Un’opera legata a doppio filo con la storia del nostro Risorgimento. Martedì, probabilmente, qualche altro dettaglio relativo all’importante produzione verrà svelato. Verremo anche a conoscenza dei progressi del lavoro dei coristi che, fin dall’autunno, si sono impegnati in laboratori di preparazione.

La messinscena di Nabucco segue una serie di altri allestimenti importanti, in crescendo. L’anno scorso, il pubblico poté assistere a un fresco e anche un po’ provocatorio Elisir d’amore di Donizetti, nel 2015 era stata la volta di Pagliacci di Leoncavallo, preceduto da Cavalleria rusticana di Mascagni. Come ricorderanno i melomani di lunga memoria, l’anno del Bicentenario vide il debutto degli spettacoli “partecipati”, con i Carmina Burana di Carl Orff.

Festival 2016: L’elisir d’amore

Insomma, di strada se ne è fatta tanta e nel frattempo, 200.com. Un progetto per la città, si è aggiudicato molti premi, aumentando il prestigio nazionale ed internazionale di Aslico e anche della nostra Città. Oltre a questo passaggio obbligato della presentazione, il festival che quest’anno si intitola Uno, due… cento passi, si articolerà, come sempre, in appuntamenti “istituzionali” in Arena, rivolgendosi a diversi tipi di pubblico, ma avrà poi numerose tappe collaterali che si svilupperanno in luoghi bellissimi di Como e dintorni, per un connubio tra arte, bellezze naturali e monumenti. L’appuntamento è dunque da non mancare. Si ricorda che il Festival Como Città della Musica è promosso da Teatro Sociale di Como con il sostegno della Società Palchettisti del Teatro Sociale e di numerosi enti nazionali e locali. Info: www.teatrosocialecomo.it e www.comofestival.org.

Lascia un commento