Como per Aleppo

como-per-aleppox
0 2991

COMO PER ALEPPO. WE STAY #WITHSYRIA

Giovedì 22 dicembre invitiamo tutti i cittadini e le Associazioni del territorio per un momento di raccoglimento e di condivisione, nel primo buio della sera e sul limitare delle vacanze natalizie. Staremo insieme, spegneremo le luci artificiali e accenderemo quelle candele che ognuno di noi porterà con sé per testimoniare la propria vicinanza agli abitanti di Aleppo.

È tutto così complesso fuori è dentro di me che fatico a sintetizzare. Sono giornate di grande spaesamento, l’illusorio bombardamento di informazioni mi fa sentire incapace di credere in qualcuno o qualcosa. Ci sono dolore e rabbia. Rabbia per la nostra impotenza, ma anche verso chi mi accusa di colpe che non sento mie. Voglio rispondere delle mie azioni e voglio essere umano. Voglio far parlare il dolore. Potrei solo stare in silenzio e partecipare alla marcia di Berlino. L’unica certezza che ho è che la guerra è una merda e la mia candela si accenderà per questo.

(Stefano Annoni)

Sarà un momento di condivisione e di musica, tutti insieme in piazza con i bambini, le famiglie, i lavoratori, gli artisti, gli insegnanti, gli amici e i sostenitori che vorranno dire insieme a noi che siamo con Aleppo, per la pace e con la Siria. Molti gli artisti e i musicisti che hanno già dato la loro disponibilità e che si alterneranno durante la manifestazione. L’iniziativa nasce dalla volontà di rimanere coscienti di quello che sta accadendo in queste drammatiche giornate ad Aleppo e in Siria. Dopo cinque anni, da un paese distrutto, cercano di mettersi in salvo civili, tra i quali moltissime donne e bambini. Scegliamo dunque di stare #WithSyria e di firmare la petizione online che promuove la protezione dei civili nel processo di evacuazione della città tramite la creazione di corridoi umanitari. Rendiamoci promotori di pace e garanti della salvaguardia dei diritti dei più fragili. Vi aspettiamo numerosi giovedì 22 dicembre, ore 18.30, in Piazza Verdi!

In collaborazione con Teatro Sociale di Como – Aslico, Amici di Como, Consorzio Como Turistica, Città dei Balocchi, Comune di Como, La Provincia, Espansione TV, BiBazz, CiaoComo, LifeGate.

Il teatro prevede sempre un conflitto, e non si pone le domande «Chi ha ragione? Chi ha torto?», perché non esiste quasi mai una risposta. Sarebbe bello essere semplicemente dalla parte giusta e scendere in piazza a gridare, e invece no, siamo dalla parte di chi vede tutto scorrergli davanti come un film, un po’ comodi e un po’ impotenti. Quindi? Cosa scendiamo in piazza a fare? Scendiamo in piazza a stare.

(Davide Marranchelli)

LINE-UP

Coro Voci Bianche del Teatro Sociale di Como – Maestro del coro Lidia Basterrechea
Arina Alexeeva, Selena Bellomi, Angelo Fiore, Veronica Ghisoni, Giacomo Leone, Matteo Mollica, Afra Morganti, Mattia Muzio, Mattia Rossi, Filippo Rotondo, Sarah Tisba e Shi Zong

Pianoforte Giorgio Martano– Direttore Alessandro Palumbo

Alessandra
Roberto Catalano
Famiglia Sala
Alessio Brunialti Griffani
Tiziana Fumagalli
Musica Spiccia
Stefano Annoni e Davide Marranchelli
Ragazzi del Liceo musicale Teresa Ciceri
Sulutumana

Qualcuno ha avuto un’infanzia felice, molti hanno avuto un’infanzia difficile, troppi hanno avuto un’infanzia terribile. I bambini di Aleppo non hanno un’infanzia. Una mano criminale e assassina sta negando loro il diritto alla felicità, se non addirittura il diritto alla vita. L’indifferenza e l’assuefazione all’orrore fanno sì che quella mano sia la nostra stessa mano. Tutti i bambini del mondo devono poter crescere conservando il ricordo di un’infanzia di giochi e di scoperte. Tutti i bambini del mondo devono poter cantare liberi tutti, tutti liberi.

(Gian Battista Galli – Sulutumana)

Lascia un commento