Com-Ics: fumetti e vignette dal Lago di Como

com-ics-fumetti-e-vignette-dal-lago-di-como
0 1578

È una mostra curata e coordinata da Marco Posa con l’intento di offrire una panoramica su fumettisti, vignettisti e illustratori lariani. Gli artisti che partecipano alla collettiva sono tutti artisti, fumettisti, vignettisti, disegnatori del nostro territorio.

Sarà ospitata da Officinacento5 in viale Lecco 105 a Como. L’inaugurazione è fissata per sabato 11 giugno alle 19.

Ecco gli artisti che partecipano:

Samuele Arrighi, i cui quadri hanno un sapore e un’atmosfera poetica e onirica
Roberto Bargna, che non ha bisogno di presentazioni (se si conosce il suo pseudonimo Orby), vignettista umoristico e sagace del quotidiano La Provincia
Andrea Belluardo, che anima i personaggi da lui creati con la magia della digitalizzazione
Alessandra Fedrigo, non propriamente una vignettista, ma autrice opere estremamente vivaci
Beniamino Girola, giovane fumettista professionista
Emanuele Marchini, esponente di alto livello nel disegno tessile da stampa comasco
Anna Mauceri, apprezzatissima decoratrice e pittrice
Stefano Misesti, che collabora con La Provincia di Como
Cristina Monti, le cui opere colpiscono per la ricchezza di particolari
Giada Negri, illustratrice di fama nazionale
Elena Nuozzi, che ha curato la realizzazione grafica per il progetto All’ombra del padre di CoopAttivamente
Marco Posa, massaggiatore shiatsu con la passione dell’illustrazione con alcuni libri all’attivo
Giovanni Rigano, professionista da molti anni di comics sia in Italia che in Francia, per la Walt Disney e altre case editrici
Marco Sala, insegnante di musica, ma anche ritrattista e illustratore a penna Bic

Ognuno di questi artisti mostrerà al pubblico opere edite e inedite che avvolgeranno il visitatore in un mondo di segni e colori. Si va da tavole di fumetto e vignette a bozzetti originali di lavorazione, a tele pittoriche, a stoffe stampate, a disegni in penna e anche una simpatica scultura.

«Tutti ci siamo incontrati e conosciuti e – commenta Marco Posa – in sincronica ammirazione uno dell’altro, senza l’ombra di qualsivoglia confronto o contrasto, abbiamo messo anima e corpo per la realizzazione di questo evento, che si spera continuativo nel tempo per poter esprimere anche l’arte di altri che non abbiamo potuto inserire in questa occasione. Spero che molti prendano contatto con me e gli altri del gruppo e si propongano di aiutarci a organizzare altri eventi, tutto in modo gratuito, con la collaborazione del Comune di Como e dell’assessorato alla cultura. I miei ringraziamenti vanno anche e soprattutto a Giorgio Botta e Officinacento5 per la disponibilità e l’ospitalità gratutita che ci ha concesso entusiasta».

La mostra, che gode del patrocinio dell’Associazione italiana cultura e sport, Comitato provinciale di Como, sarà aperta fino al 18 giugno con i seguenti orari: domenica dalle 10 alle 18; in settimana, secondo le disponibilità degli operatori, da martedì a venerdì dalle 14 alle 18. Ingresso libero.

Lascia un commento