Calcutta, Soviet Soviet, Iosonouncane… e i giardini fanno wow!

0 2825

Musica, cultura, street food: tre giorni di manifestazione per vivacizzare e valorizzare uno degli scorci più belli di Como e, di conseguenza, tutta la città. È la seconda edizione di wow music festival e già si assiste a una crescita rispetto a quella dell’anno scorso che ha richiamato al Tempio Voltiano tantissimi giovani (e non solo). Rispetto al 2015 le novità non sono poche: innanzitutto gli appuntamenti non saranno singoli e settimanali, ma concentrati su tre giorni: un fine settimana di live music, dj, ma non solo: il programma 2016 è davvero ricco e variegato e… nessuno può spiegare wow music festival meglio di wow music festival. La parola agli organizzatori per l’attesissima edizione 2016 che si svolgerà dal 23 al 25 giugno.

fb_copertina_WOW_tempio_lineup

wow music festival è un festival musicale gratuito ideato da due associazioni di giovani professionisti comaschi nell’ambito della produzione culturale e organizzata in collaborazione con il Comune di Como.

wow si presenta come la proposta del programma Como live 100e20 destinata a un target di pubblico più giovane e in grado di intercettare i maggiori numeri in termini di partecipanti. Il festival si terrà durante le giornate e le serate di giovedì 23, venerdì 24 e sabato 25 giugno, nel meraviglioso scenario dell’area eventi dei giardini del Tempio Voltiano a Como. Dal pomeriggio, fino a notte inoltrata, si susseguiranno spettacoli musicali, incontri con autori, dirette radio e degustazioni di street food, birre artigianali e cocktail ricercati.

Le due associazioni, MARKER e Como Concerti, nel corso degli ultimi anni hanno realizzato iniziative di carattere musicale contraddistinte dall’alta qualità organizzativa e progettuale e, al contempo, dalla capacità di creare un solido network di partner territoriali.

Obiettivo di wow è allargare queste collaborazioni progettuali ad altre realtà culturali del territorio e nazionali e di entrare in contatto con le forze economiche e istituzionali della città, interessate a costruire un percorso di sviluppo urbanistico dell’intera area dei giardini a lago, seguendo le linee strategiche già individuate dall’Amministrazione Comunale e che fanno della pedonalizzazione e della mobilità sostenibile i principi guida di tale cambiamento.

#soundscapes è la frase chiave di questa seconda edizione e ricerca un’interazione simbiotica tra suono e spazio: paesaggi sonori inediti, all’interno di location uniche.

Già dalla sua prima edizione, wow ha valorizzato le straordinarie potenzialità di intrattenimento culturale dei giardini del Tempio Voltiano e si propone di creare un brand che possa diventare rapidamente un punto di riferimento regionale nel settore dei festival musicali estivi, andando a potenziare l’offerta culturale comasca del mese di giugno, attraverso una tre giorni ad inizio estate.

wow music festival si propone come un’iniziativa di carattere musicale, che tuttavia intende offrire al pubblico un’esperienza di intrattenimento trasversale e a 360°, ponendosi come punto di incontro tra diverse modalità di fruizione culturale: incontri con autori nel tardo pomeriggio, curati da La Feltrinelli di Como, Parolario e Allineamenti; live radio, a cura di Ciao Como Radio; intrattenimento leggero nell’orario aperitivo/cena con degustazione di street food, a cura di Italia On The Road – Cibo da Strada; degustazione di birre artigianali, a cura di Birringiro; cocktail bar, a cura di Smash Cocktail Service.

Como Wow FestivalBiBazz con wow

… e wow con BiBazz: grazie al sostegno della Fondazione provinciale della comunità comasca, l’organizzazione garantisce posizioni lavorative retribuite per tutta la durata del festival. La selezione è stata effettuata proprio tramite questo portale che, durante e dopo il festival, pubblicherà i resoconti, le immagini e tutto quanto fa wow grazie a Samuele Foriglio, bazzer della prima ora, e al team selezionato per l’occasione composto da tre giovani fanciulle che si aggireranno tra palco, backstage e pubblico. Sono Giulia CattoniClara LatorracaAlice Pini: imparerete a conoscerle nei prossimi tre giorni.

Il programma musicale

Gli artisti che compongono la line up di wow sono stati scelti seguendo un preciso criterio artistico, forse oggi poco adottato, ma che si intende assumere come sinonimo di qualità: tutte le band e gli artisti di wow sono italiani e sono tra gli artisti maggiormente richiesti nei grandi festival italiani ed internazionali.

Artisti spesso noti anche all’esterno oltre che dentro i confini nazionali e che stanno ricevendo molte attenzioni dal grande pubblico e dai grandi media di settore, ma anche radio e magazine nazionali.
Il palco di wow music festival vedrà alternarsi: Calcutta, Soviet Soviet, Iosonouncane, Cosmo, Selton, Francesco Motta, Go Dugong, Appaloosa, La Batteria, I’m not a blonde, Yombe, Pigro On Sofa djset.

Uno spettro sonoro, quindi, che va dal nuovo cantautorato italiano, al live elettronico, passando per il rock e l’indie rock, il tutto col denominatore comune del saper pensare, comunicare e rendere Como e, perché no, l’Italia in generale un luogo per nulla provinciale dal punto di vista musicale e sintonizzato sulle stesse frequenze delle migliori capitali europee.

23 giugno Soviet Soviet, Appaloosa, La Batteria e Yombe
24 giugno Iosonouncane, Cosmo, Go Dugong e I’m not a blonde
25 giugno Calcutta, Selton, Francesco Motta e Pigro On Sofa djset

Gli incontri

Le parole oltre la musica: #wordscapes è il titolo della rassegna di incontri realizzata con Parolario e La Feltrinelli di Como. Due appuntamenti all’insegna della contaminazione tra il mondo del libro e quello della musica. Ad aprire il ciclo di incontri Allineamenti, un progetto culturale che nasce dall’idea di creare uno sfondo comune per i giovani comaschi nel quale sia possibile il confronto artistico e letterario.

Venerdì 24, grazie a Luca Beatrice, scopriremo quanto la figura di Lucio Dalla abbia contaminato la scrittura della musica contemporanea italiana e quanto ancora oggi il cantautore bolognese sia capace di influenzare la creatività delle nuove penne musicali del nostro paese. Sabato 25 sarà il momento di scoprire il nuovissimo e primo libro scritto da una delle band più popolari tra il giovanissimo pubblico italiano: Lo Stato Sociale. Il gruppo che si esibì due anni fa al Tempio Voltiano in uno dei fortunatissimi concerti precursori di wow, torna a Como a raccontare una nuova sfida creativa del gruppo: la scrittura di un romanzo che racconta i nostri giorni con gli occhi di chi li vive da protagonista e antagonista nell’era di Renzi e dei social network.

23 giugno, ore 19 Allineamenti: lettura di testi originali o di altri autori, ospiti e discussioni

24 giugno, ore 19 Luca Beatrice presenta Per i ladri e le puttane io sono Gesù bambino Vita e opere di Lucio Dalla (Baldini&Castoldi). L’autore dialoga con il giornalista Maurizio Pratelli. Interventi musicali di Paolo Ghirimoldi, cantante de Il Rebus e Alessandro Arban alle tastiere.

25 giugno Lo Stato Sociale presenta Il movimento è fermoUn romanzo di amore e libertà ma non troppo. Gli autori dialogano con il giornalista Andrea Quadroni

Food & beverage – Street food corner

Italia on The Road porta a wow i colori e i sapori del miglior cibo da strada dolce e salato su tre ruote, creando un connubio virtuoso fra le pietanze più golose e tanto divertimento. Lo street food è una gustosa alternativa al ristorante: Italia on The Road significa cibo di qualità, colori e intrattenimento per tutta la famiglia, tradizione regionale, vasta scelta di alimenti grande varietà di proposte per soddisfare anche i palati più sopraffini, pietanze dolci e salate per un pasto completo.

Aperia dal 2015 su strada il meglio della cucina pugliese. Tra le proposte: piatti tipici salentini legati alla tradizione contadina e dei pescatori.
La Tusca, dal latino Tuscus, che significa Toscana, è una nuova realtà del panorama dello street food milanese: è una cucina itinerante su tre ruote dallo stile country-chic. Una Ape Piaggio che vuole deliziare gli amanti del buon cibo con i prodotti della tradizione regionale toscana più verace.
Pappas è la sezione gastronomica dello splendido microbirrificio brianzolo Birra Gaia. Deliziosi arrosticini abruzzesi di carne di pecora, prodotti e spediti direttamente dall’allevatore, e cucinati al momento in griglia.
The Farmers da anni sono specializzati in frittate, tradizionali o rivisitate, e farm food, ovvero piatti poveri e semplici, ma gustosi, creati con materie prime provenienti per lo più da cascine e piccole aziende agricole della Lombardia.
Dillo, il food truck che parla spagnolo. Una cucina a metà tra fast food, messicano, paninoteca, ispanico, basco, e vegetariano. In menù tanta qualità condensata in tacos, bocadillos, burritos, tapas e pinchos.
Sushita. Solo materie prime di altissima qualità, per un sushi ogni giorno diverso, ma sempre ispirato alla tradizione della cucina giapponese, con un pizzico di gusto italiano.
The Meatball Family. La polpetteria su strada di Diego Abatantuono, fra atmosfere americane e del sud Italia.
Tigella bella: tigelle e gnocco fritto accompagnati da salumi, formaggi, creme salate e dolci. Prodotti preparati ogni giorno artigianalmente utilizzando materie prime di elevatissima qualità che garantiscono al prodotto freschezza e genuinità.
Un furgoncino, un pub itinerante, una selezione di 12 birre artigianali di birrifici italiani ed esteri: è il Birringiro, il pub su quattro ruote del Birrivico, pronto a diffondere il verbo di un movimento che è sempre più al centro delle abitudini italiane: birra artigianale unita al concetto del pub come luogo dello svago.

www.wowmusicfestival.it
facebook.com/wowmusicfestivalcomo
instagram.com/wow_music_festival
info@wowmusicfestival.it

Lascia un commento