Caccia alla sVolta è pronta ad invadere Como

0 868

Milano Marittima, anni Novanta. Ferragosto. Il nostro bagno organizza una caccia al tesoro a squadre in giro per tutta la cittadina. Ci iscriviamo, io e le mie amiche, un team tutto al femminile, con una lista lunghissima di cose da fare, oggetti da recuperare, prove da superare. Passiamo di albergo in albergo, di gelateria in gelateria, di negozio in negozio, sorridiamo, ringraziamo, conosciamo tantissima gente, con le braccia e le borse stracolme della qualunque. Un pugno di ragazzine alla conquista del mondo. Ultimo step, l’immancabile karaoke vestite da hawaiane davanti al giudizio insindacabile di Pino il bagnino, che ci frutta un dignitosissimo terzo posto, festeggiato a frappè al cioccolato e cavigliere colorate.

7003923053_1954b9bc0c_oComo, 25 settembre 2016. Quegli adorabili matti della Parada par Tücc, che cento ne pensano e mille ne fanno, organizzano Caccia alla sVolta, e per un giorno si torna tutti un po’ bambini. Raggiungo al telefono Stefano Teto Martinelli, che della Parada (e di molto altro) è creatore e ideatore, e Luca Biotto, uno degli organizzatori della Caccia (insieme a Chiara, Laura, Mauro e Carlo) per farmi raccontare cosa accadrà.

Allora diteci… cos’è Caccia alla sVolta? Cosa vi siete inventati questa volta?

A febbraio di quest’anno è partito il progetto Musaico, il cui ente capofila è il Comune di Como, affiancato dall’impresa sociale Lariolhub57, dall’associazione di promozione sociale L.A.L.T.R.O., dall’associazione Gruppo Fata Morgana, dall’associazione Parada par Tücc, dalla cooperativa sociale Coop AttivaMente e dall’ente di formazione CIAS scuola. Musaico è frutto di un percorso di co-progettazione partecipata tra pubblico e privato, promosso e accompagnato dal servizio Fundraising del Centro culturale urbano diffuso Artificio Como e ha la finalità di rivitalizzare il sistema museale comasco cercando di utilizzare quegli spazi in una maniera inconsueta attraverso una serie di iniziative interessanti e coinvolgenti. Tra queste rientra Caccia alla sVolta, una caccia al tesoro organizzata dalla Parada, che toccherà alcuni luoghi della cultura di Como, tra cui il Museo Giovio, il Museo Garibaldi e la Pinacoteca. Le squadre che si iscriveranno dovranno entrare in questi luoghi, superare delle prove e risolvere tutta una serie di enigmi legati ai musei e alle opere che vi sono esposte.6851827618_aed0d29210_o

Caccia alla sVolta…. non ditemi che c’entra il buon Alessandro!

Ebbene sì! Pare che Alessandro Volta, in punto di morte, abbia lasciato ai suoi fedelissimi uno scrigno in cui sono contenute le sue scoperte, ancora più rivoluzionarie dell’invenzione della pila, quindi chi vincerà potrà conoscere il suo vero lascito, che tutti ancora ignoriamo. Ogni squadra avrà una guida, un personaggio in costume, un amico scienziato che le accompagnerà in questo viaggio per la città e le aiuterà a decifrare indizi e tracce per arrivare alla soluzione. Le prove in tutto saranno diciassette, ma non è necessario farle tutte, ne bastano quattordici per concludere il percorso, tutto sta nell’abilità dei partecipanti.

6855179750_49a6cf9620_oCome si fa a partecipare?

Le squadre saranno composte da un minimo di otto ad un massimo di dodici persone, numero necessario per poter superare tutte le prove, e ci si può iscrivere, entro mercoledì 21 settembre, sia in gruppo che singolarmente (in questo caso sarà lo staff a formare i team), senza limiti di età, cliccando sul sito e seguendo le istruzioni. Le squadre saranno una decina, abbiamo ancora dei posti liberi, quindi siete tutti invitati.

Potete svelarci qualcosa sul premio finale?

La squadra che risolverà tutti gli enigmi e supererà tutte le prove per prima vincerà una cena, animata dagli artisti paradisti, all’interno di uno dei luoghi più suggestivi della cultura comasca, il Tempio Voltiano, alla presenza di un misterioso personaggio d’eccezione, ovviamente comasco. La Caccia sarà un’occasione unica per visitare i tre musei più importanti di Como, riscoprire la nostra bellissima città e il suo patrimonio culturale, un modo divertente per incontrare l’arte e la storia, attraverso lo stile giocoso e creativo tipico della Parada.

Quindi, aguzzate l’ingegno, indossate scarpe comode, mettete sotto carica gli smartphone (che dovranno essere dotati di whatsapp!) e partite per questa avventura sulle orme di Volta. Sarà bellissimo. Ne sono certa.

Quota d’iscrizione 10 euro, 5 euro per i minori di 14 anni.

Informazioni: www.paradapartucc.it/

(Foto Parada par Tücc – caccia al tesoro 2012)

 

Lascia un commento