Balla con le cuffie: è la silent disco

balla-con-le-cuffie-e-la-silent-disco
0 485

Mi ha sempre incuriosito l’idea di ballare in silenzio. Pare un paradosso ma la silent disco è questo: ti “cuffi”, selezioni uno dei canali e ascolti la musica che quel dj sta suonando. Se ti rompi le scatole o semplicemente vuoi ascoltare altro… cambi canale. Nel frattempo ti guardi attorno e osservi la gente ballare, circondata da un’aura di colore blu rosso o verde (alla Calypso Night di Cantugheder giovedì sera erano questi, poi dipende…). Non è che stiano ballando in maniera scoordinata o cantando a caso, è che ognuno sta seguendo il “suo” ritmo di quel momento.

20160902_002905_resized
Quale ritmo? Quello di 50 special e di Basket case e Blitzkrieg bop (meno male chè altrimenti, data l’età media, mi sarei depressa), quello di Snoop Dog, quello di Morandi, quello di Gigi D’Agostino… Ok la smetto col canale revival. Sì, perchè i giovincelli se la ballavano spaziando dai pezzi cult degli anni Novanta alle hit dell’estate, al reggae; si muovevano su pezzi hip hop, passando a Festa festa e al Brusco. Non sono mancati Fabri Fibra, Icona Pop, Pompo nelle casse e La colita.

20160901_223401_resized

Quando le cuffie sono tutte o quasi dello stesso colore quel dj ha fatto il botto. Dopo un po’ non puoi evitare di buttarti nella mischia – anche se sei da sola perchè gli amici pantofolai ti hanno paccato. Non ballavo Get busy dai tempi del martedi al Milonga e Branca day da ancora prima. Bene così: settembre è iniziato da dio.

Lascia un commento