Balkan Party in piazza Volta

balkan-party-in-piazza-volta
0 934

Una grande festa sabato 6 agosto, a partire dalle 18, in piazza Volta con il Balkan Party. È l’evento conclusivo del progetto Quando il gioco si fa duro mirato alla prevenzione e al contrasto del gioco d’azzardo patologico. In programma giochi di abilità. Alle 20 lo spettacolo di giocoleria di Stefano Papia.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/t31.0-8/13198470_558880250959829_1579782545930932712_o.jpg

Musica alle 22 con Eusebio Martinelli, trombettista che vanta una  lunga e intensa collaborazione con Vinicio Capossela e che ha suonato anche con Negramaro, Modena City Ramblers, Mau Mau, Calexico, Demo Morselli, Kocani Orkestar, Mauro Pagani, Frank London, Roy Paci, Marc Ribot, Saule, Michelle Godard e tanti altri. Qui dirige la sua Gipsy Orkestar.

«Vogliamo proporre concerti in cui i musicisti e gli spettatori non siano in alcun modo separati da un dislivello dovuto al palcoscenico – spiega – ma si uniscano in una festa che veda sullo stesso piano gente ballare, suonare e cantare liberamente. Questo accade normalmente nella tradizione della musica balcanica e gitana in generale, che ha profondamente influenzato e caratterizzato la musicalità della Gipsy Orkestar che non ha, quindi, come unico obiettivo quello di esibire e vantare le doti tecniche – strumentali dei suoi componenti ma di dar vita a esplosioni di energia e feste sincere e indimenticabili».

Nel corso della serata verrà distribuito «un opuscolo che informa sui rischi legati al gioco e spiega come sviluppare strategie protettive contro l’azzardo. La slot machine, in italiano macchina mangiasoldi, è un sistema di gioco d’azzardo molto comune. Per giocare si usano monete, gettoni, banconote, carte di credito. In Italia nel 2014 si sono spesi 50 miliardi di euro nelle slot, in provincia di Como la spesa procapite in gioco d’azzardo è stata di 1.925 euro nel 2012, la seconda provincia in Lombardia. A Como nel 2016, ogni 124 abitanti c’è una slot machine. Giocare alle slot può creare dipendenza: l’1,5% della popolazione è definita giocatore problematico». Lo spettacolo, organizzato dal Comune di Como con Mondovisione, cooperativa Lotta contro l’emarginazione, Sistema socio sanitario Regione Lombardia Ats Insubria e No Slot, sarà rinviato in caso di maltempo.

Lascia un commento