Aurora 2106, all’ombra del padre

aurora-2106-allombra-del-padre-3
0 787

aurora-2106-allombra-del-padre-31

Il Progetto Aurora, nato da un’idea di Anna Veronelli, promosso e organizzato negli ultimi quattro anni da Cooperativa AttivaMente, giunge alla dodicesima edizione, proponendo un nuovo percorso intitolato All’ombra del padre. Musica, cinema e teatro per raccontare la relazione tra maschile e femminile nelle famiglie di ieri, oggi e domani, evento inserito nel cartellone della Stagione notte del Teatro Sociale di Como. Aurora 2016 sarà caratterizzata da importanti conferme e grandi novità. Anche quest’anno il progetto sarà un percorso in tre tappe a sei voci. Le prime due serate ripropongono l’ormai tradizionale format che affianca ad esperti del settore educativo figure di artisti: nella prima serata erano sul palco Laura Romano ed Edoardo Colombo; Valerìe Moretti e Gian Battista Galli sono stati invece i protagonisti del secondo appuntamento. L’ultimo incontro, infine, segna il ritorno sulle scene del Sociale dell’infodrama, l’originale formula di narrazione di Coop AttivaMente che ha incantato la platea la scorsa edizione e che vedrà la presenza di Jacopo Boschini e Stefano Panzeri.

Negli anni il Progetto Aurora è cresciuto diventando un vero e proprio evento per la città di Como. Per garantire quindi l’elevata qualità a cui il pubblico è abituato, da quest’edizione i partecipanti contribuiranno a sostenere l’iniziativa con l’acquisto di un biglietto. La quota di 20 euro da diritto all’ingresso a tutte e tre le serate. A ogni acquirente verrà consegnato un bracciale, realizzato dalla Cooperativa Sociale Il Mosaico, realtà attiva per l’emancipazione e l’integrazione delle persone disabili, che dovrà essere indossato per entrare in teatro. Il bracciale non è nominale: se per qualsiasi motivo non sarà possibile partecipare a uno degli appuntamenti di Aurora 2016, basterà cedere il bracciale a qualcuno, regalandogli così l’occasione di assistere a una delle serate.
aurora-2106-allombra-del-padre-32Il programma di martedì 26 aprile:

Ti chiamerò Amleto. Amleto è un giovane uomo che sta completando la sua formazione in un paese distante da casa. Fino a quando, inaspettatamente, suo padre muore. Il tragico episodio richiama Amleto in patria, dove sarà obbligato, letteralmente, ad affrontare tutti i suoi fantasmi. Ed è proprio lo Spettro a chiedere ad Amleto la prova più difficile: conformarsi ai barbari riti famigliari rinunciando così alla costruzione di un proprio progetto di vita. Ti chiamerò Amleto racconta così del conflitto atavico tra padri e figli, un conflitto che a volte richiede la prova più estrema: sacrificare se stessi in nome di valori che non meritano più alcun sacrificio. Con Jacopo Boschini (drammaturgo e formatore) e  Stefano Panzeri (attore).

Lascia un commento