Aurora 2106, all’ombra del padre

aurora-2106-allombra-del-padre
0 1021

Valerie MorettiIl Progetto Aurora, nato da un’idea di Anna Veronelli, promosso e organizzato negli ultimi quattro anni da Cooperativa AttivaMente, giunge alla dodicesima edizione, proponendo un nuovo percorso intitolato All’ombra del padre. Musica, cinema e teatro per raccontare la relazione tra maschile e femminile nelle famiglie di ieri, oggi e domani, evento inserito nel cartellone della Stagione notte del Teatro Sociale di Como. Aurora 2016 sarà caratterizzata da importanti conferme e grandi novità. Anche quest’anno il progetto sarà un percorso in tre tappe a sei voci. Le prime due serate ripropongono l’ormai tradizionale format che affianca ad esperti del settore educativo figure di artisti: nella prima serata erano sul palco Laura Romano ed Edoardo Colombo; Valerìe Moretti e Gian Battista Galli saranno invece i protagonisti del secondo appuntamento. L’ultimo incontro, infine, segna il ritorno sulle scene del Sociale dell’infodrama, l’originale formula di narrazione di Coop AttivaMente che ha incantato la platea la scorsa edizione e che vedrà la presenza di Jacopo Boschini e Stefano Panzeri.

Negli anni il Progetto Aurora è cresciuto diventando un vero e proprio evento per la città di Como. Per garantire quindi l’elevata qualità a cui il pubblico è abituato, da quest’edizione i partecipanti contribuiranno a sostenere l’iniziativa con l’acquisto di un biglietto. La quota di 20 euro da diritto all’ingresso a tutte e tre le serate. A ogni acquirente verrà consegnato un bracciale, realizzato dalla Cooperativa Sociale Il Mosaico, realtà attiva per l’emancipazione e l’integrazione delle persone disabili, che dovrà essere indossato per entrare in teatro. Il bracciale non è nominale: se per qualsiasi motivo non sarà possibile partecipare a uno degli appuntamenti di Aurora 2016, basterà cedere il bracciale a qualcuno, regalandogli così l’occasione di assistere a una delle serate.

Il programma di martedì 19 aprile:Gian Battista Galli - Sulutumana

Luci e ombre: alla ricerca di un nuovo equilibrio tra maschilità e femminilità con Valerìe Moretti, counselor e formatrice, e Gian Battista Galli, cantante e musicista, accompagnato da I Sulutumana.
I movimenti femminili hanno messo in discussione il modello sociale patriarcale, portando le donne a interrogarsi sulla loro identità, corpo, desideri. Il cammino intrapreso ha aperto il mondo maschile a una grande sfida. La musica, musa e custode delle nostre emozioni, si intreccerà con le parole alla ricerca di una nuova identità maschile e di un nuovo equilibrio tra uomo e donna.

Valerìe Elizabeth Moretti è psicopedagogista. Ha conseguito il Master in counseling alla Midwestern State University, Usa. Ha lavorato in qualità di Child sexual assault counselor e come Sexual assault program director per First Step Inc., centro per la cura e la prevenzione dell’abuso sessuale e della violenza domestica. Ha pianificato e supervisionato l’apertura del centro di counseling per abusi sessuali e Sexual harassement presso la Midwestern State University, di cui è stata anche docente. Ha collaborato con il dottor Alberto Pellai, dell’Università Statale di Milano, sul progetto di prevenzione alla pedofilia Parole non dette. Svolge attività di formazione, supervisione e intervento per numerosi enti pubblici e privati.

Gian Battista Galli è cantante per dote, per piacere e per passione. Ha frequentato le scuole di teatro Città Murata di Como e Artemisia di Milano. Nel 1998 incontra Nadir Giori e Francesco Andreotti e con loro inizia il progetto musicale dei Sulutumana (che nel 2000 riceve il Premio Tenco Targa Imaie). Ha composto circa 200 testi di canzoni (anche per bambini) in molti dei quali è anche coautore delle musiche. Ha realizzato adattamento di testi di Andrea Vitali, portati in scena con lo scrittore nei maggiori festival letterari. In collaborazione con Teatro Gruppo Popolare realizza laboratori di teatro e musica per le scuole dell’infanzia e le scuole primarie. Collabora con L’Ordine, inserto domenicale de La Provincia di Como.

Lascia un commento