Artinzone, giovani artisti in esposizione a Cantù

0 345

Uscire di casa per andare ad un concerto, sbagliare indirizzo e trovarsi a visitare una mostra decisamente interessante di cui si ignorava l’esistenza, a poche centinaia di metri da casa propria. È quanto mi è successo mercoledì scorso, entrando per caso in corte San Rocco a Cantù. Un pugno di ragazzi, occhi luminosi ed entusiasmo alle stelle, accolgono i passanti con grandi sorrisi e una voglia matta di raccontarsi, attraverso la propria arte, veicolo di sogni, speranze ed ambizioni. Artinzone, leggo sulle vetrine, e la mia solita curiosità mi spinge a volerne sapere di più.

Giuseppe Galbusera

A raccontarmi tutto è Sasha Paressere, giovane ed istrionico artista, buttadentro eccezionale, che il pubblico se lo va a prendere, letteralmente, dalla strada, e lo accompagna per mano all’interno di questo mondo incredibile.

«Artinzone è un collettivo – spiega – nato due anni fa presso l’Opificio Zappa di Erba, composto da una trentina di ragazzi, dai 16 ai 30 anni, accomunati dal piacere di fare ed esporre arte. Lo scopo che perseguiamo è quello di dar voce e spazio a chi ne ha bisogno, dando vita a mostre itineranti (una decina in tutto quelle già realizzate) che, ad oggi, hanno toccato molti comuni del comasco e coinvolto diversi artisti locali. La nostra intenzione è quella, a breve, di costituirci associazione per essere riconosciuti come realtà attiva ed ampliare il nostro raggio d’azione, anche se, finora, come gruppo autonomo, abbiamo trovato grande disponibilità da parte degli enti che ci hanno ospitato.»

Damiano Riva

«In questa mostra, aperta al pubblico fino al 20 giugno, sono esposte le opere di quattordici ragazzi del collettivo – continua – il tema è libero, così come gli stili e i materiali utilizzati, passando dalla fotografia alla scrittura, dalla pittura alla scultura e alle installazioni. Domenica 18 giugno, dalle 19 alle 22, organizzeremo un aperitivo, aperto a tutti e a offerta libera, finalizzato alla raccolta dei fondi necessari per diventare un’associazione a tutti gli effetti, che sarà introdotto dall’esibizione degli Exist, giovanissima band composta da Serena Iaconis, Nicoló Andreani e Lorenzo Rivolta, seguita da un reading di poesie a cura di Domenico Emanuele Spagnuolo, Marta Mariano, Eve Martina, Martina De VitaMattia Brambilla e tutti coloro che avranno voglia di dare voce ai propri pensieri. Stiamo già progettando il nostro immediato futuro: la prima mostra che faremo come associazione si terrà, alla fine di settembre, all’opificio Zappa, che consideriamo ormai la nostra casa.»

Sasha Paressere

Tra gli artisti presenti, Pietro Marelli, che frequenta il secondo anno all’Accademia di Brera, espone il suo primo lavoro dal titolo Falsa Apparenza, con l’obiettivo di ingannare lo spettatore al primo sguardo, portandolo dapprima in una dimensione differente e conducendolo successivamente verso la giusta interpretazione.

Pietro Marelli

Gianluca Morini, fotografo appena ventenne, è attualmente impegnato nella preparazione di una personale, in cui esporrà opere che ripercorrono la nostra provincia, con le sue tradizioni e i suoi costumi, per raccontare la storia di ognuno di noi.

Gianluca Morini

Orari di apertura della mostra fino al 20 giugno: Ven e Dom 16.30 – 22 / Sab 16.30 – 23 / Lun e Mar 16-18.30

Ingresso libero

Lascia un commento