Accademia Galli e Ostello Bello premiano The art of journey

accademia-galli-e-ostello-bello-premiano-the-art-of-journey
0 679

Ottanta studenti, ottanta quaderni di viaggio. La mente corre subito a Jules Verne e Il giro del mondo in ottanta giorni e sicuramente la suggestione è motivata. The art of journey, il progetto, dedicato al viaggio, ideato da Accademia di belle arti Aldo Galli – Ied Como e Ostello Bello, è nato dall’affinità di target di queste due realtà e dalla loro naturale propensione ad aprirsi al territorio. Gli studenti in questione sono quelli di quattro dipartimenti diversi dell’Accademia: a loro sono stati consegnati altrettanti quaderni con l’unica indicazione di raccontare, attraverso di essi, il tema del viaggio secondo la personale ispirazione, esperienza, concezione. «Ciascuno di loro ha partecipato in maniera entusiasta portando in questo contest molto della propria attitudine – ci dice Salvatore Amura, CEO e Presidente dell’Accademia Galli – e nei lavori si nota chi viene dal dipartimento Moda, chi dal Design o dal Restauro, ad esempio».

Salvatore Amura e Michele Azzoni

Il fine era anche quello di recuperare e far recuperare la dimensione del viaggio come movimento e sosta insieme, come momento in cui ci si ferma e ci si sofferma. La logica dell’ostello, peraltro, è proprio quella di accogliere i viaggiatori che in quel luogo hanno anche la possibilità di incontrare nuove persone, viaggiatori come loro o locali con i quali scambiare esperienze. Michele Azzoni, CCO di Ostello Bello, continua su questo punto: «Il nostro è diventato un mondo digitale e bisogna prendere il buono di questo ma il viaggio è ancora – nonostante tutto – esperienza fisica e personale; la filosofia dell’ostello è sempre stata quella di valorizzare la condivisione reale e, per quanto riguarda Ostello Bello, non solo tra gli ospiti ma anche con chi vive in città. Molti nostri ospiti ci raccontano spesso quanto sia bello alzarsi e fare colazione o condividere spazi con persone provenienti da tutto il mondo tra le quali si instaurano amicizie vere».

La street art di Pao

Azzoni e Amura faranno parte, insieme a Ivan Quaroni (Coordinatore della scuola delle arti contemporanee dell’Accademia Galli) e a Pao (street artist), della giuria che valuterà il migliore tra gli elaborati: ciò avverrà mercoledì 21 giugno 2017 a partire dalle 18 all’Ostello Bello Lake Como, a conclusione del lavoro iniziato nel mese di maggio. In quell’occasione avremo modo di apprezzare tutti gli elaborati – che saranno comunque tutti incorniciati e appesi come veri e propri quadri nelle camere di Ostello Bello – e sarà proclamato il vincitore: il premio è davvero ambito perchè si tratta di un viaggio per due persone in Birmania, presso le tre strutture che Ostello Bello ha aperto lì negli scorsi anni. Nel cortile sarà inoltre allestita una mostra fotografica con i lavori dei fotografi Marco Ranocchio e Filippo Taddei , che raccontano viaggi nei cinque continenti, Europa, Asia, Africa, Oceania e Americhe.

Statements – Workshop con Pao in collaborazione con Ostello Bello

? The Art of Journey​ ?Riviviamo il workshop dei nostri studenti attraverso le parole di Pao​ e Michele Azzoni​ di Ostello Bello Milan Hostel​. Vi aspettiamo mercoledì 21 giugno.More info ?? 80 diari?? 1 viaggio in Myanmar ? Pao Realizzerà un'opera sul wall di Ostello Bello? Mostra fotografica di Marco Ranocchio Filippo Taddei? 21 giugno ?? Ostello Bello Lake Como Hostel​ℹ️ bit.ly/TheArtofJourney#theartofjourney? Filippo Taddei

Pubblicato da Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED Como su Mercoledì 14 giugno 2017

La serata sarà molto ricca perché, durante l’aperitivo con dj set, si potrà ammirare anche Pao all’opera sulla facciata esterna dell’Ostello Bello. Anche in questo caso si tratta della conclusione di un’altra parte del progetto di collaborazione: nel corso di un workshop tenutosi lo scorso maggio durante Statements, alcuni studenti hanno realizzato insieme al famoso street artist alcuni prototipi di murales, tra i quali è stata poi scelta l’opera finale.

Lascia un commento