A Lugano i Tempi moderni di Pozzoni

a-lugano-i-tempi-moderni-di-pozzoni
0 708

Il lavoro del fotoreporter porta ogni giorno a guardare la realtà con uno sguardo privilegiato. La macchina fotografica è uno strumento importante e potente che può essere utile per raccontare cose che forse sfuggono agli occhi della gente. Con Tempi moderni Carlo Pozzoni analizza la realtà dell’emarginazione che spesso disturba, di fatti di cronaca che devono far riflettere, di storie di donne e uomini normali che la vita ha riservato drammi che hanno cambiato il loro percorso. L’artista Antonio Teruzzi ha voluto che durante la sua esposizione Tempo unico, curata da Ilona Biondi, il fotoreporter si confrontasse con il suo lavoro fatto di grande sensibilità e religiosità.

È un evento dedicato al tema dell’immigrazione e dell’accoglienza del “diverso”, molto caro sia a Teruzzi che a Pozzoni, accomunati da fratellanza artistica e spirituale. Nel corso della serata, Pozzoni, presenterà una trentina di suoi scatti in bianco nero particolarmente toccanti sul tema. Sarà un’anticipazione di un grande evento itinerante che si svolgerà a partire da maggio e di cui Pozzoni parlerà nel corso dell’appuntamento di mercoledì 15 marzo alle 20.30 nella Biblioteca dei Frati di salita dei Frati 4/A a Lugano. Interverranno a conversare con Pozzoni e Teruzzi il critico d’arte Roberto Borghi e Alessandro Soldini, curatore dello spazio espositivo della Biblioteca dei Frati di Lugano.

Lascia un commento