8208 Lighting design festival: la mostra Lumen 3

8208-lighting-design-festival-il-programma-di-oggi
0 4761

Lumen 3 a cura di Ortica Contemporary Art in collaborazione con Artificio, fino al 25 novembre

La mostra Lumen 3 propone una visione della realtà veicolata dai molteplici utilizzi e significati della luce. Corpo materico che si espande nella sua bianca e invadente luminosità; luogo di conoscenza e di esperienza, di presenza ma anche di assenza. Laddove la mancanza di luce annulli la percezione visiva, stravolgendo la tradizionale fruizione di un dipinto, l’utilizzo della luminosità diventa strumento sovversivo dell’espressione artistica che prende vita anche dall’eterea porta del buio.
14991330_331108073915243_4484039774866675661_o

Gli artisti in mostra

Vanessa CamagniFonte di vita. Le fotografie mostrano il legame tra la trasparenza e il corpo: le forme liquide del colore, colate all’interno delle forme solide del ghiaccio, diventano materiale vivo e plasmabile, in continuo mutamento per effetto della luce.
Luca GandolaJamela. Il movimento del raggio luminoso viene descritto nella realtà profonda degli oggetti illuminati: la luce nasce da un fuoco di calore e movimento, si sviluppa lungo l’asse delle tre dimensioni e, idealmente, in virtù della vicinanza con un uomo e nella sua direzione.
Edoardo IosimiLuce dall’invisibile. Lo spazio fisico e metafisico della luce traccia le sue coordinate fluorescenti nelle profondità dell’opaco.
Emmexyz EmmeUntitled. I lavori tridimensionali esprimono continuità di movimento e metamorfosi di forme e colori tra le sfumature fluorescenti della luce.
Marco RanocchioMidnight horror tree. Le fotografie offrono una cruda riflessione estetica sui luoghi periferici della città: la luce artificiale disvela le fattezze spettacolari di fabbriche, inceneritori e centrali elettriche attraverso la densità dell’atmosfera notturna. Edifici che sembrano forgiarsi di una sinistra bellezza alla stregua di un Albero di Damocle.
Maria Saggese e Valeria RicciFibre. Un racconto dipinto con la luce: questa si fa strumento, colore, movimento, tessuto e trama che il pittore spande su tela. Il reale si mescola alla dimensione dell’immaginifico quasi a superare i limiti della materia.
Filippo Taddei Luce in ombra. Le fotografie mostrano realtà scolpite dalla luce, immagini che impersonificano il valore di un’indagine estetica genuinamente perspicua. Il chiaro – scuro diventa lo strumento di giudizio attraverso cui raggiungere la conoscenza della bellezza.
Sara BottaOnda mimica. L’equilibrio tra il corpo e lo spazio segna un tracciato di luce e diventa il motore di un’azione ambigua tra il meccanico e il romantico. La luce si rivela nell’energia dinamica della carne.

Lascia un commento