8208 Lighting design festival: è sold out il closing party al mercato coperto

8208-lighting-design-festival-closing-party-al-mercato-coperto
0 3339

Si è rivelato fin da subito un evento di ampio respiro e largo seguito e ora 8208 Lighting design festival mette a segno un colpo notevole, non solo per sé, ma per tutta la città. Il closing party di sabato 26 novembre, la cui location era stata tenuta segreta, si terrà negli spazi dell’ex mercato coperto in via Mentana. Si tratta di un’area che è rimasta dormiente da quando è stata restaurata in attesa di grandi eventi. E grazie alla collaborazione con Marker e Wow music festival è arrivato, finalmente, un appuntamento di ampio respiro. Si tratta, anticipano gli organizzatori, di «una serata all’insegna di progetti audio visivi di artisti nazionali e internazionali che sperimentano la contaminazione tra luce, visual e musica, riconfigurando la percezione dello spazio». E a poche ore dall’annuncio, l’evento è andato tutto esaurito!

Quali sono questi artisti internazionali?

La line up prevede Byetone (una prima per l’Italia), Fountain of ChaosMoth Club. Vediamoli da vicino.

Byetone

Byetone

L’opera di cinematografia sperimentale di Olaf Bender (aka Byetone) inizia quando è ancora uno studente. I suoi primi lavori lo portano a contatto con il gruppo underground AG-Geige, di cui entra a far parte stabilmente nel 1988. Il tempo passato con il gruppo lo espone alle possibilità del suono nel mondo dell’arte, e nello specifico a quelle offerte dai computer ad artisti come lui, con un forte interesse nella musica, ma senza conoscenze formali. Quando il muro di Berlino cade, Bender lavora per un distributore musicale. Le sue esperienze gli forniscono l’idea per fondare una sua etichetta, per distribuire i suoni elettronici più vicini alle sue inclinazioni e, nel 1996, apre Rastermusic con l’amico e collaboratore Frank Bretschneider. Una delle prime uscite su Rastermusic è dei Project Produkt, conosciuti anche come Signal, che vedono Bender e Bretschneider assieme a Carsten Nicolai (aka Alva Noto), musicista e proprietario dell’etichetta Noton. Nel 1999 le due etichette si fondono, a formare il marchio Raster – Noton. Oggi, Olaf Bender è responsabile del management Raster – Noton e uno dei principali graphic designer nonché pubblicista dell’etichetta. Si esibisce come musicista solista dietro lo pseudonimo Byetone, e a breve uscirà il suo terzo album per Universal Music.


Fountain of Chaos

Fountain of Chaos

Galassie violacee, foreste aliene, 100 anelli di Saturno, il passaggio alla velocità della luce per i bastioni di Tannhäuser: questi alcuni degli elementi che vedrete disegnarsi sulle pareti alle spalle di Fountain of Chaos mentre lui fonderà elettronica, percussioni tribali e synth tedeschi anni Settanta. Fountain of Chaos è uno dei dj più rispettati di Milano ed è un artista che dedica la sua ricerca alla natura, al cosmo e all’archeologia musicale. Fountain of Chaos è uno dei pochi a riunire la libertà creativa con il rigore del mixing impeccabile. Si è esibito per Biennale di Venezia, Fondazione Guggenheim, Les Vivres du L’Art, Milano Film Festival, Museo Leonardo da Vinci, Transart.


Moth Club

Moth Club

Moth Club non è un progetto ma produce lo stesso cose, si occupa di sound design per immagini, si occupa di sound design per ambienti, crea composizioni originali, crea musica originale, realizza live performance elettroniche originali, realizza installazioni sonore /sounds perfect.

Ingresso gratuito previa iscrizione su Eventbrite (link su www.8208.it) o inviando una mail a info@8208.it (attendendo conferma).
Presentarsi entro le 21.30 per avere garanzia d’ingresso. Attenzione, la serata è stata dichiarata sold out.

 

Lascia un commento