Un Tittoni da Oscar (tranne uno): La la land

0 1399

Strano destino quello di La la land. Come tutti i film di grande successo è stato amato dal pubblico quasi a prescindere, generando un consenso acritico, manco fosse un blockbuster da supereroi o un capitolo della saga di Twilight. Poi è arrivata la fase del ripensamento, della presa di distanza, dell’eccesso di critica. E, alla fine, è arrivato, o meglio, non è arrivato l’Oscar. Quello grande. Quello importante. E non è arrivato con una beffa involontaria che ha fatto il giro del mondo: un conto è non vincere. Capita. Altra cosa è sentir nominare il proprio film, arrivare sul palco davanti a tutto il mondo con l’espressione davvero sorpresa di chi credeva di non aver vinto, per poi assistere all’ufficializzazione della vittoria altrui tornandosene, alla chetichella, al posto dopo avere vissuto un momento degno di Zoolander (ricordate quando, convinto di avere vinto, si alza per andare a prendere il premio che non gli spetta?). Ma il tempo passa: tutto ciò è successo mesi fa e per la memoria collettiva ormai sempre più labile è già una vicenda da passato remoto. Quindi chi ha perso La la land perché non ha potuto, perché era prevenuto, perché non è riuscito, e anche chi lo volesse rivedere per ammirare, ancora una volta, Emma Stone e Ryan Gosling che si incontrano, si amano, piroettano e cantano sullo sfondo di una Los Angeles da musical, può rifarsi al Parco Tittoni di Desio lunedì 28 agosto alle 21.30.

La la land (Usa, 2016, 126 minuti) di Damien Chazelle con Ryan Gosling, Emma Stone, John Legend, J. K. Simmons, Finn Wittrock, Sandra Rosko e Sonoya Mizuno
Los Angeles. Mia sogna di poter recitare ma intanto, mentre passa da un provino all’altro, serve caffè e cappuccini alle star. Sebastian è un musicista jazz che si guadagna da vivere suonando nei piano bar in cui nessuno si interessa a ciò che propone. I due si scontrano e si incontrano fino a quando nasce un rapporto che è cementato anche dalla comune volontà di realizzare i propri sogni e quindi dal sostegno reciproco. Il successo arriverà ma, insieme ad esso, gli ostacoli che porrà sul percorso della loro relazione. Biglietti a 3,50 euro.

Lascia un commento