Sing street a 35mm sotto il cielo

sing-street-per-essai-alluci-cinemas
0 1439

«È la tua vita / tu puoi andare ovunque»: così recita il ritornello di Drive it like you stole it, brano originale della colonna sonora di Sing street. La rassegna 35mm sotto il cielo ripropone questo bellissimo film mercoledì 12 e giovedì 13 alle 21.30 in Piazza Martinelli. La storia è ambientata nella Dublino di metà anni Ottanta e racconta di Conor, sedicenne con un grande talento per la musica e la scrittura dei testi. Arrivato in una nuova scuola, dove è costretto a trasferirsi a causa della separazione dei suoi genitori, incontra una ragazza più grande e se ne innamora a prima vista. Per attirare la sua attenzione decide di fondare un gruppo, nel quale coinvolge i suoi amici. Il regista John Carney, dublinese anche lui, in quegli anni aveva quasi la stessa età del protagonista: è più che probabile che l’ispirazione per i personaggi e le loro storie venga dai propri ricordi di un’epoca in cui il Brit pop esplodeva nel mondo e gli adolescenti e i giovani irlandesi si sentivano troppo periferici rispetto a Londra, meta dei loro sogni. Attraverso una colonna sonora stupefacente e l’excursus tra i generi musicali di quegli anni, il regista mostra come Conor insegua il suo futuro grazie alla musica, all’amore e al supporto del fratello maggiore.

Sing street (Irlanda, 2016, 106 minuti) di John Carney con Lucy Boynton, Maria Doyle Kennedy, Aidan Gillen, Jack Reynor e Kelly Thornton
Conor vive nella Dublino di metà anni Ottanta, ha 16 anni e un talento nella scrittura di canzoni. L’incontro con l’aspirante modella Raphina, di cui s’innamora perdutamente, lo spinge a fondare una pop band per attirare la ragazza come attrice di videoclip. Nel frattempo il matrimonio dei genitori va in frantumi: saranno la musica, l’amore e l’inossidabile rapporto col fratello maggiore a dare al ragazzo un coraggio che non credeva possibile.

Lascia un commento