Fino all’ultimo respiro, la nouvelle vague al Carroponte

fino-allultimo-respiro-la-nouvelle-vague-al-carroponte
0 514

Un classico del cinema, nonché il film che ha definito la nouvelle vague: al Carroponte di Sesto San Giovanni torna sul grande schermo Fino all’ultimo respiro, primo grande capolavoro di Jean – Luc Godard, interpretato da un Jean – Paul Belmondo in stato di grazia e da una Jean Seberg immediatamente iconica.

Fino all’ultimo respiro (Francia, 1960, 89 minuti) di Jean – Luc Godard con Jean – Paul Belmondo, Jean Seberg, Daniel Boulanger e Jean – Pierre Melville
Michel, giovane dal passato burrascoso, ruba un’automobile e fugge col proposito di recarsi in Italia. Inseguito da due agenti, ne uccide uno e, continuando la sua fuga, giunge a Parigi. Dopo essersi rivolto ad alcuni amici per ottenere del denaro, va in cerca di Patrizia, giovane americana, per la quale sente un sincero affetto. La ragazza però non ricambia il suo sentimento e continua a farsi corteggiare da un collega al giornale dove lavora. La polizia intanto fa delle indagini per scoprire l’assassino dell’agente e avendo accertato che si tratta di Michel, si dà da fare per catturarlo. Nel corso delle ricerche viene interrogata anche Patrizia, la quale afferma di non saper nulla, e riesce poi a nascondersi con Michel in casa di amici. Il giorno seguente, però, essendosi resa conto che non ama il giovane la ragazza non esita a denunciarlo alla polizia. Ingresso libero.

Lascia un commento