Per Alien invasion i marziani di Tim Burton

per-alien-invasion-i-marziani-di-tim-burton
0 574

La rassegna Alien invasion allo Spazio Gloria di via Varesina 72, giovedì 8 dicembre propone un classico moderno del cinema di fantascienza che coincide anche con un capolavoro di comicità. È Mars attacks!, frutto del genio visionario di Tim Burton che mescolò la sua passione per una serie di figurine su una fantastica invasione marziana a un cast stellare. Tra gli altri Jack Nicholson e Glenn Close nei panni della coppia presidenziale, che ha per figlia una giovanissima Natalie Portman, l’ex oo7 Pierce Brosnan, Michael J. Fox in un vero ritorno al futuro, Sarah Jessica Parker prima dell’enorme successo di Sex & the city, un giovane e ancora sconosciuto Jack Black, Danny DeVito, che per il regista era già stato il Pinguino di Batman returns, e il cantante Tom Jones nel ruolo di… Tom Jones. Ma i veri protagonisti sono i marziani, piccoli di statura, occhi diabolici inseriti in volti scheletrici sormontati da un cervello abnorme, armati di una cattiveria inarrestabile. Ma su Marte non avevano mai ascoltato l’ululante musica country di Slim Whitman…

Mars attacks! (Usa, 1996, 110 minuti) di Tim Burton con Jack Nicholson, Glenn Close, Annette Bening, Pierce Brosnan, Danny DeVito, Martin Short, Sarah Jessica Parker, Michael J. Fox, Rod Steiger, Tom Jones, Jack Black, Natalie Portman e Pam Grier
Possibile mai che siano stati gli alieni a sterminare una intera mandria sorpresa a pascolare nelle campagne del Kentuky? L’ipotesi, a detta degli scienziati, è altamente improbabile. Loro sostengono fermamente che una civiltà extraterrestre in possesso di cognizioni scientifiche superiori non può essere animata da propositi di aggressione né può abbandonarsi a simili atti di gratuita barbarie. Indeciso sulla politica da adottare, il presidente degli Stati Uniti ascolta infine il consiglio del professor Kessler e attende fiducioso che i marziani sbarchino sulla Terra per portare un messaggio di pace. Ma, una volta tanto, hanno ragione i guerrafondai che nella persona del generale Decker avevano invano sottolineato l’urgente necessità di passare subito al contrattacco. Gli alieni sono dei veri e propri invasori: la loro avanzata non incontra alcuna resistenza e tutti i continenti sono ben presto segnati da una lunga scia di morte e devastazione, fino a quando, per caso, un adolescente scopre che una particolare combinazione di suoni può essere una soluzione. Biglietti a 5 euro.

Lascia un commento