Passeggiando per i set di Como

0 1223

Due aperture straordinarie caratterizzeranno la passeggiata sui set dei film girati a Como, in programma sabato 1 luglio nell’ambito del Lake Como Film Festival. Sia il Prefetto Bruno Corda sia il comandante della Guardia di finanza, Alberto Catalano, si sono resi disponibili ad aprire il palazzo della Prefettura e l’ex Casa del Fascio.

Henry Silva entra nella Casa del fascio in una scena di Fatevi vivi, la polizia non interverrà di Giovanni Fago

Nel primo fu girata una scena di Mussolini ultimo atto di Carlo Lizzani, e sarà lo stesso prefetto, appassionato cinefilo, a raccontarne l’ambientazione. Il monumento razionalista di Terragni, invece, fu il set principale di Fatevi vivi, la polizia non interverrà, uno tra i più interessanti poliziotteschi italiani degli anni Settanta che appassionano Quentin Tarantino, non a caso da poco ripubblicato negli Usa col titolo Kidnap.

In un’altra scena di Fatevi vivi, la polizia non interverrà, Gabriele Ferzetti legge La Provincia

Per cogliere la preziosa occasione della doppia visita e lanciare uno sguardo inedito, quello dei registi, sui due edifici, la passeggiata verrà anticipata di un’ora: il ritrovo in biblioteca, dove sarà proiettato un montaggio delle scene dei film girati in città, è quindi fissato per le 15. Da lì si passerà alla prefettura, quindi verranno unite in una sola tappa due sale dismesse e non visitabili per ragioni di sicurezza (Politeama, set de Il capitale umano di Virzì, ed ex Cressoni).

Valeria Bruni Tedeschi con il compianto attore comasco Franco Maino durante la lavorazione de Il capitale umano di Paolo Virzì

Procedendo verso via Vittorio Emanuele II e piazza Duomo (set di Mussolini ultimo atto, ma anche di tanti film indiani e cinesi recenti come Europe raiders, nella foto in alto), si arriverà all’ex Casa del fascio. Altro ingresso al Teatro Sociale per raccontare la prima proiezione del 1896 nel foyer. Quindi si percorrerà il lungolago fino a Villa Olmo, passando dai set di Figli di Annibale, Innamorato pazzo, I ragazzi di via Panisperna e il primo corto lariano dei Lumière. Guida il percorso Pietro Berra, giornalista che ha ideato il progetto Passeggiate Creative e autore di tre guide cineturistiche del lago di Como e della Lombardia. Iscrizione gratuita sul sito www.passegiatecreative.it o direttamente su Eventbrite.

(Foto di Carlo Pozzoni)

Lascia un commento