Omaggio a Gene Wilder allo Spazio Gloria

omaggio-a-gene-wilder-allo-spazio-gloria
0 650

Una serata interamente dedicata a Gene Wilder: è il primo evento speciale della nuova stagione dello Spazio Gloria di via Varesina 72. La sala polifunzionale, spiegava il presidente del circolo Arci Xanadù Enzo D’Antuono, è arrivata al suo rush finale, con gli adeguamenti strutturali da effettuare e l’incombente, più che imminente, apertura della multisala a pochi metri di distanza. «L’idea – precisava – è proporre eventi cinematografici con una programmazione particolare, serate tematiche, omaggi, cicli, in attesa di ritornare al progetto originale, che non era solo quello del cinema, ma di un vero spazio aperto alla città». Per questo è anche in corso una lotteria: acquistando i biglietti si sostiene lo Spazio Gloria e si possono vincere ingressi gratuiti fino a una tessera vitalizia.

I due film in cartellone rappresentano due momenti particolari della carrira di Wilder: Per favore non toccate le vecchiette, in programmazione alle 21, segna l’inizio della collaborazione dell’attore con il regista Mel Brooks, all’epoca (1968) esordiente dietro alla macchina da presa. È una commedia che definire dissacrante è riduttivo e non per l’aspetto principale della trama (un produttore fallito convince un timido contabile – lo stesso Wilder – ha partecipare al finanziamento di una fallimentare produzione, il musical filonazista Springtime for Hitler), ma per la stoccata al sistema americano per cui più uno spettacolo è fallimentare più aumenta la divisione degli utili. Ed è altamente politically uncorrect anche Mezzogiorno e mezzo di fuoco. Wilder e Brooks erano ormai una coppia affiatata (Frankenstein jr. sarebbe arrivato subito dopo) e il biondo interprete di Willy Wonka splende nel ruolo dell’improbabile pistolero Waco Kid, amico dello sceriffo di colore inviato a guidare una città razzista e retrograda. Alle 20.30 un tributo a Wilder con estratti di alcune delle sue più famose interpretazioni. Biglietti a 7 euro. Ingresso riservato ai soci Arci.


Per favore non toccate le vecchiette (Usa, 1968, 88 minuti) di Mel Brooks con  Zero Mostel, Gene Wilder, Dick Shawn e Kenneth Mars

large_the_producers_blu-ray_02
Un produttore di spettacoli di Broadway, parlando con un agente delle tasse, scopre che conviene di più avere un fiasco che un successo: così i due s’accordano per spremere alcune vecchiette, far loro finanziare una commedia musicale orribile, caduta la quale si godranno i soldi anticipati. Purtroppo per loro l’orribile copione ha un grande successo comico…


Mezzogiorno e mezzo di fuoco (Usa, 1974, 93 minuti) di Mel Brooks con Cleavon Little, Gene Wilder, Madeline Kahn, Slim Pickens e Harvey Korman

blazing-saddles_wide-c83b37fddc2ea0d5d9f134a6f60d33a9ea13bdd1-1200x674
Parodia del genere Dollaro d’onore e Mezzogiorno di fuoco a opera di uno scatenato Mel Brooks. Qui lo sceriffo che si batte da solo contro una città è un nero dall’apparenza inoffensiva, però ingegnoso e coraggiosissimo. I banditi le tentano tutte contro di lui (prima gli mandano contro un ferocissimo Ercole, poi una vamp da saloon, infine un intero esercito di mercenari). Invano: il nero vincerà su tutta la linea.

Lascia un commento