Norman è tornato: c’è Psycho al Carroponte

norman-e-tornato-ce-psycho-al-carroponte
0 597

Il Carroponte di Sesto San Giovanni torna alle origini dell’horror moderno con Psycho, capolavoro tra i capolavori di Alfred Hitchcock sullo schermo lunedì 7 agosto alle 21.30. Ci sono stati sequel, neppure lontanamente al livello dell’originale, c’è stato uno particolarissimo remake – copia – carbone di Gus Van Sant e, naturalmente, ora c’è una serie televisiva, conclusasi con la quinta stagione, ambientata al Bates Motel. Soprattutto, negli anni che ci separano dal 1960, ci sono state dozzine di film su serial killer e pervertiti, ma nessuno, nessuno ha mai impedito agli spettatori di farsi una doccia tranquilli dopo averli visti.

Psycho (Usa, 1960, 109 minuti) di Alfred Hitchcock con Janet Leigh, Anthony Perkins, Vera Miles, John Gavin e Martin Balsam
Una bella impiegata ruba quarantamila dollari e fugge. Cambia la macchina, si trova nel mezzo di un temporale e decide di passare la notte in un motel. Il proprietario è Norman, all’apparenza un ottimo ragazzo che manifesta soltanto qualche piccola stranezza, come quella di impagliare uccelli. Il motel non ospita nessun altro cliente. La donna decide di fare una doccia prima di dormire. Sotto l’acqua viene aggredita e uccisa da un’altra donna, che si intravvede appena. La mattina Norman scopre il corpo. Sconvolto fa pulizia, mette il cadavere nel bagagliaio e fa sparire la macchina nelle sabbie mobili. Sconvolto perché sa che l’assassina è sua madre, che è patologicamente gelosa del figlio e non sopporta neppure che parli con altre donne. Un investigatore privato, con l’aiuto del fidanzato della donna uccisa, cerca di sbrogliare la matassa. Ingresso libero.

Lascia un commento