Mandarini dall’Est per i Lunedì del cinema

mandarini-dallest-per-i-lunedi-del-cinema
0 355

«Gente senza confini: è questo il leitmotiv del film. È davvero inquietante pensare a quanto irresponsabilmente i politici scatenino guerre che finiscono per mandare la gente comune a morire. Persone normali, che amano la vita e hanno costruito le loro esistenze con fatica e passione. E spesso, inoltre, la ragione alla base di un conflitto è del tutto arbitraria e artificiale. Questo film è il mio tentativo di dimostrare quanto anche i più acerrimi nemici possano superare questa ostilità innaturale e fermare un massacro. Si tratta di fiducia nella bontà umana che alla fine può e deve prevalere. Anche a costo della propria vita». Così il regista georgiano Zaza Urushadze racconta il suo Tangerines – Mandarini, film candidato all’Oscar 2016 come miglior film straniero in programma lunedì 14 novembre allo Spazio Gloria per la rassegna I lunedì del cinema

Tangerines – Mandarini (Estonia, 2015, 89 minuti) di Zaza Urushadze con Lembit Ulfsak, Mikheil Meskhi, Giorgi Nakhashidze e Elmo Nüganen
Alla fine del XIX secolo un gruppo di estoni si trasferì a vivere in una serie di villaggi nella campagna georgiana. Le loro comunità erano pacifiche e fiorenti, quando una guerra esplose nel 1992, cambiando ogni cosa. In questo teatro, al culmine del conflitto tra la Georgia e la Repubblica separatista di Abcasia, una piccola enclave di estoni stanziali è quasi deserta, tranne che per Ivo e Margus. I due hanno scelto di rimanere, malgrado gli scontri vicini, per provare a salvare il loro raccolto di mandarini. Un giorno, la guerra giunge sul loro uscio di casa, lasciandovi due miliziani feriti, appartenenti ad opposti schieramenti. Biglietti a 7 euro.

Lascia un commento