Le luci della città per il Politeama

le-luci-della-citta-per-il-politeama
0 1108

Il neonato Circolo Olmo, con il patrocinio e la collaborazione del Conservatorio, del Teatro sociale di Como e del comune, sabato 3 maggio propone una proiezione di fronte al Politeama. Il film proiettato sarà Luci della città di Charles Chaplin, con accompagnamento sonoro dal vivo al pianoforte. La finalità dell’evento è unire cinema e musica, creare un ambiente di respiro culturale e presentare ufficialmente con il primo evento pubblico il Circolo Olmo, nuova realtà giovanile attiva sul territorio. Sarà inoltre un richiamo a tutta la città riguardo la situazione del Politeama, caso molto discusso cui non si è ancora trovata una soluzione, con la speranza di aprire un nuovo dibattito in vista delle imminenti elezioni comunali. Le sedie verranno infatti poste di spalle alla struttura e verrà mostrato un cartello che reciterà «A Como il cinema è ancora qui, senza voce».

Luci della città (Usa, 1931, 86 minuti) di e con Charles Chaplin e con Virginia Cherril, Harry Myers, Florence Lee, Al Ernest Garcia e Hank Mann
Un povero vagabondo dall’animo sensibile e pieno di generose aspirazioni, acquista una rosa da una giovane fioraia cieca che per un equivoco lo scambia per un milionario. Vagabondando per la città, l’uomo arriva sul molo dove salva dal suicidio un vero milionario, in vena di generosità solo quando è ubriaco. Deciso ad aiutare la fioraia di cui si è innamorato, bisognosa di una costosa operazione chirurgica che le potrebbe restituire la vista, il vagabondo fa mille mestieri tra i quali lo spazzino e il pugile, prima di reincontrare il milionario da cui riceve finalmente il denaro sufficiente per l’operazione… ma il finale ha un sapore malinconico. L’omino, infatti, è finito per un equivoco in prigione e dopo un anno ritrova la ragazza guarita e ora proprietaria di un negozio di fiori, che lo riconosce solo nel momento in cui gli prende la mano per fargli l’elemosina.

Lascia un commento