L’Assolo di Laura Morante per 35mm sotto il cielo

lassolo-di-laura-morante-per-35mm-sotto-il-cielo
0 826

È una delle attrici italiane più apprezzate, con un curriculum di interpretazioni entrate nell’immaginario cinematografico, dalla Bianca di Nanni Moretti alla Vittoria di Turné di Salvatores e l’elenco – che comprende film di Bernardo Bertolucci, Gianni Amelio, Paolo Virzì, Peter De Monte, Mario Monicelli e anche cineasti francesi come Alain Resnais e Danièle Thompson – potrebbe continuare a lungo. Ma Laura Morante è anche regista e Assolo è il suo secondo lungometraggio, in programma mercoledì 22 e giovedì 23 giugno in piazza Martinelli alle 21.30 per la rassegna 35mm sotto il cielo. Ha esordito dietro alla macchina da presa nel 2012 con Ciliegine, una pellicola passata in gran parte inosservate nonostante il premio come miglior opera prima all’Asti film festival, forse pagando l’assenza di un cast di volti noti. Una lezione da apprendere, ed ecco che per questo bis l’attrice / regista si è circondata di nomi celebri: sono della partita Francesco Pannofino e Gigio Alberti nei panni di Gerardo e Willy, i due ex mariti di Flavia, la protagonista che ha, naturalmente il volto e il corpo di una Morante che vuole giocare proprio con la sua mezza età. Ha alle spalle due divorzi che le hanno dato due figli, per amore di questi ultimi ha mantenuto buoni rapporti con entrambi gli uomini che si sono rifatti una vita con clamoroso successo. È una famiglia allargata dove la donna non si sente assolutamente realizzata mentre è assolutamente sola. Attorno a lei altri volti bravi e celebri, quelli di Carolina Crescentini, Piera Degli Esposti, Angela Finocchiaro, Antonello Fassari e Marco Giallini. Con un cast del genere è riuscito a distinguersi questo, che è comunque un piccolo film italiano che gioca una carta difficilissima, quella della commedia intelligente: senza scadere nella volgarità insostenibile dei film natalizi o balneari, ma neppure puntando sulla presenza di comici televisivi con i loro triti tormentoni. Si torna, invece, alla migliore commedia all’italiana e Assolo è, in questo senso, uno dei titoli più riusciti di questa stagione.

Assolo (Italia / Francia, 2015, 97 minuti) di e con Laura Morante e con Piera Degli Esposti, Francesco Pannofino, Lambert Wilson e Marco Giallini
Flavia è una cinquantenne con due matrimoni finiti alle spalle e due figli grandi che la trovano antica. Insicura e velleitaria, come si autodefinisce, è incapace di rendersi autonoma dagli ex mariti e dalle loro seconde mogli, che considera molto più risolte di lei. Per dare una direzione alla sua vita si rivolge ad una psicologa cui racconta qualcosa di tutti meno che di se stessa. Riuscirà Flavia a mettersi alla guida della propria esistenza a prescindere dai suoi rapporti con gli uomini, dal suo complesso di inferiorità nei confronti delle donne, e dalla sua sessualità repressa?

Biglietti a 7 euro (tesserati Arci a 6 euro, under 18 e over 65 a 5 euro).

Lascia un commento