La nuova religione di Bisio e Gassman

la-nuova-religione-di-bisio-e-gassman
0 650

Cattleya assegna un altro colpo decisivo in un panorama di pellicole natalizie dagli esiti alterni. Il risultato è una storia delicata nella quale trionfa l’amicizia, quella fra due uomini molto diversi – l’ambizioso sindaco Bisio e un Gassmann convertito all’islamismo – e la donna – una splendida Finocchiaro – che si contendevano, ora divenuta suora. Nella piccola isola delle Tremiti, i preparativi al tradizionale presepe vivente sono turbati da una tragica realtà: il bambino deputato a rivestire i panni del Salvatore è cresciuto troppo in età e in peso e non è più adatto al ruolo. Ma è lui il bambino più piccolo d’età fra i cristiani di tutta l’isola. Il sindaco si vede così costretto a un casting disperato aperto anche ai bimbi mussulmani pur di risolvere il problema: gli effetti saranno esilaranti. Splendidi i tre coprotagonisti. Azzecatissima la colonna solora firmata dal compianto Lucio Dalla.

Non c’è più religione (Italia, 2016, 90 minuti) di Luca Miniero con Claudio Bisio, Alessandro Gassmann, Angela Finocchiaro, Nabiha Akkari e Giovanni Cacioppo

Uci Cinemas Montano Lucino, ore 14.40, 17.10, 20 e 22.30
Cinelandia Como, ore 20.10 e 22.15

Lascia un commento