Il Lake Como film festival porta Bal in Opificio

il-lake-como-film-festival-porta-bal-in-opificio
0 306

Un appuntamento speciale in un luogo molto speciale: la sezione Fuori campo del Lake Como film festival approda all’Opificio Zappa di via IV novembre 2 a Erba per proporre, alle 20, una visita guidata a questo spazio che si è aperto alle attività culturali. A seguire, alle 21.30, sarà proiettato Bal, il lungometraggio di Semih Kaplanoglu, Orso d’oro al Festival di Berlino 2010. È la prima di quattro serate dedicate alla Via della seta, ambientate in luoghi del territorio che hanno segnato l’importante tradizione tessile comasca. «L’idea di un festival inserito nel paesaggio del Lago di Como non può trascurare la cultura della seta, protagonista di un’industria che, grazie alla sua grande creatività, ha saputo produrre un’economia intimamente attraversata da una fascinazione artistica e culturale», ha spiegato Alberto Cano, direttore artistico del festival che, in questo caso, ha scelto quello che, in principio, fu un mulino ad acqua trasformato, in seguito, in una filanda a vapore che ha cessato l’attività nel 1970. Divenuto sede della Falpe grazie a Giuseppe Zappa, è un esempio di architettura industriale unico nell’erbese.

Bal (Turchia / Germania, 2010, 103 minuti) di Semih Kaplanoglu con Erdal Besikçioglu, Bora Altas, Tülin Özen e Alev Uçarer
Yusuf a sei anni ha da poco cominciato la scuola. Suo padre Yakup è apicultore. Egli lavora nella foresta inoltrata e si arrampica con una fune, ogni volta per raccogliere il miele, sugli alberi più alti. Per Yusuf la foresta e il padre stesso sono imprescindibili fonti di conoscenza e di mistero. Una mattina il bambino racconta un suo sogno, sussurandolo nelle orecchie del padre. Quest’ultimo di li a poco è costretto a partire per trovare maggiore fortuna nel raccolto da qualche altra parte. Il figlio si chiude in un mutismo. Dopo un certo periodo tutti sono preoccupati per Yakut che non torna a casa. Yusuf decide di partire da solo alla sua ricerca e poco a poco sembra prendere forma quel sogno che aveva fatto poche settimane prima. Ingresso libero

Lascia un commento