Il cinema ritrovato: Cimino allo Spazio Gloria

il-cinema-ritrovato-cimino-al-gloria
0 487

Classici del cinema restaurati dalla Cineteca di Bologna: per la prima volta Como ha una programmazione d’essai grazie allo Spazio Gloria. Si inizia stasera, alle 21, con un classico “maledetto”, I cancelli del cielo di Michael Cimino, grande cineasta americano scomparso all’inizio di luglio. Aveva annunciato che avrebbe dato battaglia, e la battaglia inizia subito. È una battaglia culturale, naturalmente, perché stiamo parlando dello Spazio Gloria di via Varesina 72. Storico cinema, trasformato in luogo polifunzionale dall’Arci poco meno di dieci anni fa (l’anniversario sarà il 27 gennaio, data ultima per la riqualificazione), scontando prima l’inadeguatezza strutturale, inversamente proporzionale alle disponibilità economiche, e ora preparandosi all’assalto del multisala di Camerlata, di imminente apertura. Fondamentale intravvedere in questa concorrenza un’opportunità, rivedendo la programmazione in senso meno tradizionale, privilegiando la qualità e proponendo film, davvero, mai visti sul grande schermo nell’attesa di riprendere i concerti e le altre attività.

Michael Cimino e Kris Kristofferson sul set de I cancelli del cielo

Michael Cimino e Kris Kristofferson sul set de I cancelli del cielo

Il titolo scelto per dare il la a questo ciclo di proiezioni, è davvero leggendario e “maledetto”. Nel cinema, quando si utilizza questo aggettivo, in genere si tratta di lungometraggi funestati da lutti, calamità naturali, inquietanti vicissitudini culminate nella sparizione del film. Ma a maledire Cimino e I cancelli del cielo fu soprattutto Hollywood: passa alla storia per essere il kolossal che ha messo in ginocchio la United Artists. Western moderno, epico, magnifico, con un cast da cult (Kris Kristofferson, Christopher Walken, Isabelle Huppert, Jeff Bridges e John Hurt) e costi di produzione lievitati da 7 a 44 milioni di dollari. Ma Cimino era reduce dal successo de Il cacciatore e non poteva sbagliare. Alla fine il film, che durava quasi quattro ore, incassò meno di 3 milioni, venne rimontato, mutilato e divenne, ben presto, invisibile. La Cineteca ha lavorato restaurando la versione integrale del 1980.

I cancelli del cielo (Usa, 1980, 216 minuti) di Michael Cimino con Kris Kristofferson, Christopher Walken, Isabelle Huppert, Jeff Bridges e John Hurt. Ingresso a 5 euro riservato ai tesserati Arci.

Non sono di meno interesse per i cinefili gli eventi che seguiranno. Il 5 ottobre Lumière! mantiene quello che promette il titolo: i piccoli film che hanno dato origine alla lunga storia del cinema riportati a uno splendore che solo il pubblico delle primissime proiezioni. Da L’uscita degli operai dalla fabbrica a L’annaffiatore annaffiato passando, naturalmente, per L’arrivo di un treno nella stazione di La Ciotat. Il 26 ottobre un film maledetto davvero: l’inquietante Freaks di Todd Browning. Un grande capolavoro, nonché unico film diretto da Charles Laughton, La morte corre sul fiume, con un immenso e cattivissimo Robert Mitchum, arriva il 10 novembre. Il 15 dicembre la classica versione de Il mago di Oz che ha fatto sognare generazioni di bambini e si arriva all’anno prossimo con Sherlock jr. Vs. The kid ovvero Keaton contro Chaplin il 12 gennaio. Infine Il disprezzo di Godard il 9 febbraio, Dersu Uzala di Kurosawa il 15 marzo e Gli amori di una bionda di Louis Malle il 15 marzo.

Lascia un commento