I segreti di Mulholland drive

i-segreti-di-mulholland-drive
0 460

La rassegna I lunedì del cinema prosegue le celebrazioni per i suoi primi venticinque anni proponendo un titolo selezionato dal pubblico scelto tra un quarto di secolo di proiezioni. La scelta di lunedì 3 aprile è caduta su Mulholland drive di David Lynch. Aspettando la terza stagione di Twin Peaks (anche in questo caso sono passati 25 anni, una coincidenza che piacerebbe al regista di Missoula) torna sullo schermo un lungometraggio che, paradossalmente, nacque come pilota di una serie televisiva prima che gli investitori si ritirassero costringendo Lynch a trasformarlo in un film fatto e finito. Buon per noi, perché il risultato è un capolavoro, non solo per quanto riguarda il suo autore, ma anche per la storia del cinema. Uno spunto hitchcockiano, uno sviluppo bunueliano per un risultato assolutamente lynchiano. Una donna senza memoria e un’aspirante attrice si incontrano in una Hollywood dai contorni grotteschi all’interno di una vicenda tutta da decifrare che non mancherà di suscitare dubbi ancora oggi negli spettatori dello Spazio Gloria.

Mulholland drive (Francia / Usa, 2001, 145 minuti) di David Lynch con Naomi Watts, Laura Harring, Justin Theroux, Ann Miller e Robert Forster
In conseguenza di un incidente automobilistico avvenuto sulla Mulholland Drive di Hollywood, Rita perde la memoria. Betty Elms, un’attrice appena arrivata dall’Australia in cerca di gloria, cerca di aiutarla a ritrovare memoria e identità. Biglietti a 7 euro.

Lascia un commento