Al Pacino e la Salomé di Oscar Wilde

al-pacino-e-la-salome-di-oscar-wilde
0 825

Il cinema va a teatro è una tranche de I lunedì del cinema che vede film d’arte proiettati nella davvero splendida cornice del Sociale. E il 7 novembre alle 21 il grande schermo si illuminerà di Wilde Salomé di e con Al Pacino. Salomé fu la più controversa tra le opere di Oscar Wilde. La sua rappresentazione venne proibita già alla fine del XIX secolo. «È un esperimento, è il mio tentativo di fondere l’opera teatrale e il cinema – ha spiegato Pacino – I due linguaggi possono quasi stridere, essere in contrasto tra loro, la mia speranza è di averli amalgamati al meglio. Fare in modo che questo ibrido funzioni è stato il mio obiettivo: unire tutta la qualità fotografica del cinema a quell’essenza dell’acting che è propria del teatro». Il grande attore è alla sua terza regia ed è impossibile non collegare questo lavoro a quanto fece per Riccardo III vent’anni fa.

Wilde Salomé (Usa, 2010, 88 minuti) di e con Al Pacino e con Jessica Chastain, Kevin Anderson, Roxanne Hart e Estelle Parsons
Salomé è il più controverso lavoro di Wilde. Questa brillante storia di lussuria, avidità e vendetta, racconta la leggenda del Re Erode, del suo folle e perverso desiderio per la giovane figliastra Salomé, innamorata, a sua volta, di Giovanni Battista. Attraverso una libera sperimentazione tra cinema e teatro, Al Pacino filma e racconta un’ossessione personale: con Wilde Salomé riprende i preparativi, le prove e la messa in scena di questa affascinante e controversa opera teatrale, e parallelamente cerca di costruire un quadro completo del noto scrittore irlandese, sia come persona che come artista. Per farlo, si reca nel deserto del Mojave, in Irlanda e nel Regno Unito, facendosi aiutare da alcune guest star come Gore Vidal e Bono Vox, pronti a discutere di Wilde e della sua opera più scandalosa. Biglietti a 7 euro.

Lascia un commento