A United Kingdom per il Cinema di qualità

a-united-kingdom-per-il-cinema-di-qualita
0 957

La regista Amma Asante ha un passato da attrice, è sceneggiatrice, ha origini ghanesi e ha focalizzato la sua attenzione sulle relazioni fra le coppie miste (anche nel suo film precedente, La ragazza del dipinto, c’era una storia interraziale, in quel caso tra una donna nera  e un uomo bianco). In A United Kingdom, in programma per la rassegna Cinema di qualità lunedì 10 aprile al Cinelandia di Como, martedì 11 e mercoledì 12 al Lux di Cantù, racconta una storia reale… in tutti i sensi. Come nelle favole, lo studente africano che si innamora di una ragazza londinese è l’erede al trono di quello che era, all’epoca, il Protettorato di Bechuanaland. Ma la bella storia sarebbe anche potuta finire lì: quel matrimonio misto non solo non piace al popolo di Seretse Khama, ma è ancora di più inaccettabile per il vicino Sud Africa, che ha ratificato l’Apartheid vietando espressamente quelle unioni, e che esercita forti pressioni nei confronti del Regno Unito che, alla fine, riesce a far esiliare la coppia. Ma I due non si danno pervinti: lui fonderà il partito democratico e diventerà il primo presidente eletto dello Stato che si ribattezza Botswana.

A United Kingdom (Gran Bretagna, 2016, 105 minuti) di Amma Asante con David Oyelowo, Rosamund Pike, Jack Davenport, Tom Felton e Laura Carmichael
1947. L’erede al trono del Botswana Seretse Khama sta terminando gli studi di giurisprudenza a Londra quando si imbatte nell’impiegata inglese Ruth Williams. È amore a prima vista, e poiché Seretse deve tornare in Africa per assumere il ruolo di re, i due decidono di sposarsi. Ma il resto del mondo non sembra pronto per quel matrimonio fra un capo tribù africano e una suddita dell’impero coloniale inglese. Biglietti a 5 euro.

Lascia un commento